Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 15:38

Circolo SEL: "I luoghi di maggior pregio sono bene comune"

Circolo SEL: "I luoghi di maggior pregio sono bene comune"

Nardò - Si torna a parlare della lottizzazione nella zona dei "Cafari", per la quale pochi giorni fa il consigliere comunale Salvatore Antonazzo, Presidente della Commissione Urbanistica-Ambiente, aveva richiesto una Valutazione Ambientale Strategica.

Anche il Circolo SEL "nove aprile" di Nardò esprime la sua opinione ribadendo la propria contrarietà al progetto, da respingere perché:

1) La zona interessata è particolarmente preziosa dal punto di vista ambientale e che ricade completamente nella perimetrazione del Parco di Portoselvaggio, è vicina alla zona SIC di Torre Uluzzo ed è parzialmente ricoperta da macchia mediterranea;
2) Il progetto ricade parzialmente in zona interessata da vari incendi anche dolosi, come si evince dalla cartografia ufficiale della Regione Puglia 2006;
3) L’area interessata alla lottizzazione è vicina al sito archeologico di Serra Cicoria;
4) L’intero territorio è di origine carsica e quindi particolarmente delicato.

"Noi del Circolo noveaprile di Nardò riteniamo che l’eventuale ritorno economico per la realizzazione del progetto sia assolutamente irrisorio se rapportato alla distruzione dal punto di vista ambientale e paesaggistico che ne deriverebbe", si legge nel comunicato.

"Teniamo a precisare che non siamo insensibili allo sviluppo economico e turistico del territorio ma ribadiamo che è la localizzazione del progetto che ci trova assolutamente contrari . In poche parole il messaggio che vogliamo lanciare è: si allo sviluppo turistico ma i luoghi di maggior pregio paesaggistico ed ambientale devono rimanere bene comune dei neritini e del loro territorio.
A questo proposito ci conforta una recente dichiarazione dell’assessore Barbanente che considera il progetto incompatibile con il Parco".

"Per questo ci attiveremo affinché la zona attualmente interessata al progetto, sia invece inclusa a far parte integrante del Parco, in modo da evitare ulteriori successivi tentativi di depredare il nostro territorio delle sue gemme più preziose", conclude il comunicato del Circolo SEL, "Invitiamo tutte le forze politiche della città ad attivarsi in questa direzione anche attraverso norme specifiche di salvaguardia da inserire nella redazione del piano del Parco".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner