Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 20:27

“Valori e Rinnovamento” denuncia il degrado delle marine leccesi

“Valori e Rinnovamento” denuncia il degrado delle marine leccesi

Lecce - Il Movimento fondato da Wojtek Pankiewicz, "Valori e Rinnovamento" denuncia lo stato di abbandono e degrado delle marine leccesi ricordando che "la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini sono valori costituzionalmente protetti".

"E’ bastato, invece, solo un giorno di piogge intense per far venire, nelle marine leccesi, tutti i nodi al pettine, causati da cinque anni di ignavia, di incuria, di negligenza, di scaricabarile della Giunta Perrone", dichiara Pankiewicz, "Cinque anni nei quali ho prodotto decine di atti ufficiali (interrogazioni, interpellanze, mozioni) e di prese di posizione sulla stampa, spesso anche con foto che mi ritraevano sui luoghi delle criticità, per richiamare l’attenzione della Giunta sui problemi da affrontare, ma invano".

Entrando nei dettagli, il Movimento punta il dito alla situazione di San Cataldo: "Nelle acque di San Cataldo, c’è ancora una volta in questi giorni un fiume nero e maleodorante per lo sversamento di liquami del depuratore “Ciccio Prete”, che rischia di provocare il divieto di balneazione. Ho chiesto innumerevoli volte che il Comune di Lecce, capoluogo, il più interessato al problema, promuovesse un tavolo permanente col Comune di Vernole e con gli altri Enti interessati (ATO, ARPA Puglia, Acquedotto Pugliese, Consorzio di bonifica “Ugento Li Foggi”) per far si che i reflui di “Ciccio Prete” non finiscano più nel nostro mare, ma vengano usati, opportunamente depurati in agricoltura o industria per mezzo di impianti già realizzati negli anni a spese dei cittadini".

Anche Frigole e Torre Chianca appaiono abbandonate a sé stesse: "Ho tante volte richiesto interventi per Frigole e Torre Chianca dove le strade a ogni minima pioggia si allagano, i canali si intasano, si formano pozzanghere stagnanti e maleodoranti con acqua putrida che entra nelle case, con i topi e gli insetti che scorazzano.
Rinuncino allora i nostri amministratori comunali alle loro ferie e si rechino nei luoghi delle criticità con i loro tecnici per vedere di porre qualche rimedio, mentre la stagione estiva giunge al suo clou. O, per caso, Perrone, dopo aver regalato Casalabate a Squinzano, vuole cedere le marine leccesi all’Albania ?".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner