Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 02:30

Ilva, Vendola incontra i sindacati

Ilva, Vendola incontra i sindacati

Taranto - Il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha incontrato i sindacati per discutere dello stabilimento siderurgico Ilva e le relative questioni ambientali e occupazionali della città di Taranto.

"Stiamo lavorando con i sindacati condividendo pienamente il principio secondo il quale occorre coniugare il diritto al lavoro con il diritto alla salute e, tenendo in equilibrio ambiente e industria, traghettare Taranto verso il futuro. Nella contrapposizione radicale infatti rischia di morire la prospettiva di sviluppo di un territorio”, ha dichiarato Vendola al termine dell'icnontro tenutosi ieri a Bari.

Nel corso dell'incontro sono state condivise sia le apprensioni per le sorti dell’Ilva che la necessità di continuare a frequentare i tavoli nazionali "perchè la risposta del sistema Paese e dello Stato, in tutte le sue articolazioni, ai problemi che vive Taranto possa essere forte e chiara".

"All’indomani dell’evidenza scientifica dei dati di inquinamento", ha continuato Vendola, "abbiamo prodotto una normativa contro le diossine, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti, una normativa sui limiti del benzoapirene e ora ci apprestiamo a portare in Consiglio regionale una nuova normativa che ha l’obiettivo di contenere, ancora più significativamente, le emissioni inquinanti quando si presentino rischi sanitari".

Un problema che va risolto sia sul frotne regionale che nazionale, secondo il Governatore.
"La città di Taranto è sito inquinato di interesse nazionale e finora abbiamo certezza solo delle risorse regionali. E’ come se questa città avesse avuto un terremoto durato 150 anni, ora c’è bisogno di un intervento straordinario di bonifica perché ne occorre avviare il ciclo, che è anche economico. Il governo deve sapere che Taranto è un pezzo non retorico del sistema industriale nazionale. Taranto è il fornitore di materiale d’acciaio per quasi tutta l’industria metalmeccanica nazionale. La crisi di Taranto oggi è sui giornali liguri. L’eventuale fermata del siderurgico produrrebbe immediatamente un effetto a Genova e immediatamente dopo anche a tantissime altre aziende italiane. La dimensione del problema è enorme".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner