Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 04:31

Delli Noci, lettera aperta a Tesoro

Delli Noci, lettera aperta a Tesoro

Lecce - Egregio Dr. Tesoro,

con la presente, in qualità di neo assessore alle politiche giovanili e comunitarie del Comune di Lecce, nonché da sempre appassionato tifoso giallorosso, intendo rivolgerLe un sincero apprezzamento per l'interesse manifestato e gli sforzi sin qui profusi dalla Sua famiglia al fine di acquisire la proprietà dell'US Lecce unitamente ai più sentiti ringraziamenti per averne, dopo un'estenuante trattativa, definitivamente rilevato la gestione.

Come avrà modo di verificare nel corso della Sua, si spera duratura, conduzione, il sodalizio sportivo rappresenta per questo territorio molto più di una semplice squadra di calcio, molto più di un mero appuntamento domenicale. Nella propria storia ultracentenaria, invero, esso da sempre ha costituito un inesauribile veicolo di promozione per questo angolo remoto d'Italia, nonché motivo di vanto, orgoglio ed autentica esaltazione per tutti i salentini che si identificano nei colori giallorossi e per i tantissimi che sia pur costretti a vivere lontano centinaia di chilometri dal Salento, anche grazie alla squadra di calcio hanno potuto rinsaldare un legame mai sciolto con questa terra. Ritengo che l'esperienza della famiglia Semeraro, seppur costellata da innegabili e indimenticabili soddisfazioni sportive, abbia tuttavia insegnato quanto effimero possa essere l'entusiasmo per il temporaneo raggiungimento dell'obiettivo stagionale ove ciò non vada di pari passo con un progetto che possa durare nel tempo e che individui chiaramente l'importanza e la necessità dell'instaurare un rapporto con la gente che sia costruttivo, positivo e basato sul reciproco rispetto. Sarà essenziale, a mio modesto avviso, creare finalmente una sinergia nuova tra società, pubblico e squadra, un'unione di intenti le cui fondamenta poggino saldamente sulla capacità di ascolto delle esigenze, delle aspettative, dei sogni e dei desideri della gente, sulla critica intelligente e costruttiva, sull’abilità di riuscire a mantenere sempre accesa la fiamma dell'entusiasmo nei sostenitori al di là del valore economico del singolo investimento effettuato, sulla trasparenza, coerenza e correttezza delmodus operandie sulla necessità del dialogo; aspetti questi che automaticamente producono un vicendevole sostegno anche nelle sconfitte e che portano tutte le componenti che ruotano intorno al club ad unirsi e a moltiplicare gli sforzi anche nell'eventualità in cui il cammino dovesse rappresentarsi più in salita di quanto si immaginasse. È proprio nelle difficoltà infatti che il sostenitore salentino ha saputo dare all'intera Italia sportiva lezioni di maturità, fedeltà ed attaccamento ad un'identità e ad una bandiera, dimostrando di aver compreso come anche gli insuccessi costituiscano parte di questo sport, come debbano rappresentare un’occasione in cui stringersi e unirsi ancora di più, e senza i quali probabilmente non avremmo la possibilità di assaporare nella stessa maniera le gioie e le emozioni per la vittoria successiva.

Non ho dubbi che saprete riconoscere il giusto valore alla funzione sociale ricoperta dal calcio in questa provincia, che ha sempre saputo dare molto alla propria squadra di calcio in termini di entusiasmo, presenza numerosa e sostegno incondizionato ai propri colori, e che saprete accogliere le istanze provenienti dal basso in un momento in cui la crisi economica attanaglia le famiglie ed in particolare i giovani leccesi e salentini, avvicinandoli ancor di più alle vicende sportive del club del capoluogo. In virtù del ruolo istituzionale da me ricoperto, La invito altresì a guardare con interesse alle potenzialità di un bacino rappresentato dall'Università del Salento, che ospita circa 30.000 studenti, coinvolgendo, agevolando ed incentivando la loro presenza costante allo stadio di Via del Mare anche attraverso iniziative volte a superare le difficoltà derivanti da situazioni economiche che impediscono una partecipazione assidua. Auspico, infine, che con la nuova proprietà da Lei guidata, il calcio leccese torni ad essere, come un tempo, elemento di aggregazione e partecipazione collettiva e che torni a svolgere il proprio essenziale ruolo di elemento di identificazione tra la gente salentina e questo territorio, anche attraverso la ricostruzione di quello che una volta era uno tra i settori giovanili più prolifici in Italia, in un epoca in cui il mondo del pallone nel nostro paese appassiona sempre di meno la gente e svuota inesorabilmente gli stadi, apparendo sempre più legato esclusivamente ad esigenze di business e televisive di ogni genere e regolarmente soffocato da provvedimenti legislativi più o meno condivisibili, a dispetto dei valori della passione, della tradizione e del folklore. Dunque, nel porgerle i migliori auguri di buon lavoro per la nuova entusiasmante avventura alla guida di questa Società e di questi ineguagliabili colori, la saluto cordialmente.

Ing. Alessandro DELLI NOCI

Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Lecce


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner