Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 05:50

Manca: "Le banche del territorio aiutino l'Omfesa"

Manca: "Le banche del territorio aiutino l'Omfesa"

Lecce - La vicepresidente della provincia, Simona Manca, prende parola in merito alla vicenda della Omfesa e agli esiti dell’incontro che si è tenuto oggi in Prefettura al fine di costituire un pool di banche che fornisca credito all’azienda.
La vicepresidente e capogruppo di "Uniti per Trepuzzi" nel Consiglio comunale di Trepuzzi, è intervenuta con un nuovo sollecito agli istituti di credito del territorio. 

"E’ doveroso sollecitare ancora una volta le banche del territorio ad intervenire a supporto dell’Omfesa, per salvaguardare l’azienda ed i posti di lavoro che garantisce. Si tratta di una situazione paradossale che vede l’Omfesa non poter avviare l’attività per la momentanea indisponibilità di liquidità finanziaria, pur avendo commesse e appalti già aggiudicati", ha dichiarato Simona Manca, "Una contingenza eccezionale che esige sostegno e una presa di responsabilità da parte degli istituti di credito".

"E’ giusto sottolineare la sensibilità di chi ha già assicurato un supporto, ma è auspicabile che la riunione di venerdì prossimo serva a definire nuovi e decisivi interventi. Non possiamo vanificare tutti gli sforzi fatti negli anni per tenere in piedi l’azienda e non possiamo permetterci che il danno della crisi economica ci porti in dote anche situazioni beffarde come questa, cioè quella di un’azienda che ha le commesse, ma che fallisce non disponendo dei soldi per avviare l’attività":

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
enzo longo - 06/07/2012
Ha dell'incredibile il pressappochismo con il quale l'Amministrazione Provinciale di Lecce ha affittato per € 180,00 al mese alla trattoria "Da Iolanda" una parte del giardino dello storico Palazzo Comi, a Lucugnano, dal nome del poeta, precedente proprietario, già sede di Biblioteca e casa-museo. Inevitabile la giusta protesta già di esponenti del Senato Accademico, come Giacomo Cazzato, consigliere comunale a Tiggiano, del Sindaco di Tricase, che avrebbe voluto aggiudicarsi l'affidamento, evitando una soluzione, passata addirittura con l'astensione dell'opposizione. L'assessore alla Cultura (sic.!) Manca prima minimizza lo spazio del giardino affittato, poi ne difende le finalità, concepite sì dall'operatore culinario, ma coincidenti con quelle pubbliche di: valorizzare un bene, non in " modo vetusto ", somministrando ai cittadini "cultura democratica" per avvicinarli alle iniziative della Provincia; del resto -ha infine obiettato- in tanti Musei e Biblioteche funzionano punti-ristoro, come previsto per quella del capoluogo. Confonde evidentemente che di questi fruisce l'utenza delle strutture culturali, ben diversa da quella di una trattoria, pur a ridosso di un immobile importante. Così però crocifigge (mi scappava crocifrigge) la cultura, occupandosi, a propositp di ottiche "vetuste". a dovere della fruibilità del giardino, pertinenza dello storico Palazzo, dove già volontari cittadini ne avevano avviato la bonifica; così stravolge anche le regole amministrative, perchè, pur nella indigesta scelta del nolo a trattoria, occorreva diramare apposito avviso pubblico e così avrebbe avuto modo di selezionare anche la ventilata offerta dell' amareggiato Sindaco di Tricase che l' assessore Manca ha pure rimproverato per non averla preceduta nella scelta effettuata. Avrebbe dovuto, per riuscirvi, interrogare gli aruspici... e siamo qui lontani dai "segreti di cucina"! Per l'assessore allora sembra che risuoni quella particolare pubblicità. o Comì o Pomì. Indirizzerò questa mia nota anche a Luciana LITIZZETTO, ma solo per invitarla a Palazzo Comi. A sorpresa mi auguro che noti l'insegna della trattoria "da Iolanda", un termine già da lei preferito, ora legato anche ad un posto del Salento ove apprezzare l' arte culinaria. Si alimenterebbero sicuramente originali iniziative turistico-culturali. COINCIDENZA PER CIUNCIDENZA, QUESTA SERA LUCIANA LITIZZETTO PARTECIPERA' AL RETTORATO, PROPRIO VICINO CASA, AD UNA SERATA CULTURALE, PROMOSSA OGNI ANNO DALLA CASA VINICOLA APOLLONIO."


Banner
Banner
Banner