Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 20:25

Florido: "Province tarantine a rischio crac"

Florido: "Province tarantine a rischio crac"

Taranto - La revisione della spesa del Governo Monti rischierebbe di abbattersi come un uragano sulla provincia di Taranto. La manovra lascerebbe spazio solo alle macerie, con il rischio di una mancata riapertura delle scuole ed il crac finanziario dell'ente.

Il Presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, di ritorno dal Congresso nazionale dell'Upi, mette in guardia la popolazione rispetto ai possibili effetti del taglio della spesa pubblica.

"Se questo provvedimento sarà confermato" ha dichiarato Florido, "registreremo ulteriori minori entrate pari a 12 milioni di euro. Questa riduzione di fondi renderà impossibile l'equilibrio di bilancio e andrà a sommarsi ai 7 milioni di euro di tagli già previsti e quindi non erogati alla Provincia di Taranto per l'anno 2011. A livello generale, tutto ciò comporterebbe per le Province tutte, compresa quella di Taranto, l'impossibilità di garantire l'apertura delle scuole, la manutenzione minima delle strade, compreso lo sfalcio delle erbe e l'erogazione di tutti gli altri servizi di base".

Continua il Presidente: "Se confermati, i 500 milioni di euro di tagli alle Province, secondo il giudizio della presidenza Upi, comporteranno il dissesto finanziario delle Amministrazioni provinciali e dunque la loro chiusura di fatto".

La presidenza nazionale dell'Upi, infatti, ha espresso una posizione durissima contro questa manovra che "dietro un inglesismo, la spending review nasconde un volgare taglio lineare.

"La situazione è intollerabile" continua Florido "sui cittadini si scaricano oltre che le tasse, anche la sempre più dura precarizzazione degli enti locali e il progressivo ridursi dei servizi erogati. Per queste ragioni, la presidenza dell'Upi sta valutando anche l'adozione della più drastica delle decisioni: le dimissioni di tutti i presidenti di Provincia italiani come segno eclatante di protesta contro tale inaccettabile macelleria sociale che si produce colpendo Comuni, Province e Regioni".

Paola Errico


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner