Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 23:32

Fornero, il Parlamento conferma la fiducia

Fornero, il Parlamento conferma la fiducia

Italia - "Il posto fisso non è un diritto" aveva affermato Elsa Fornero, ministro al Welfare, in un'intervista concessa al Wall Street Journal, ed è stata subito polemica al punto che Idv e Lega hanno presentato le mozioni di sfiducia.

L'Aula della Camera, però, ha confermato la fiducia al ministro, bocciando le mozioni. I voti favorevoli sono stati 88, 435 i contrari e 18 gli astenuti. 

"Mi ha creato sofferenza, però lo abbiamo superato e ora continuerò a lavorare come prima", ha commentato Elsa Fornero subito dopo il voto espresso. 

"A chi mi accusa", dice ad alcuni cronisti, "voglio dire che non ho mai mentito. Non è mia abitudine".

Antonio di Pietro ha aperto il suo intervento con una pacatezza che non lo contraddistingue solitamente: "Sarò sobrio nella mia dichiarazione di voto sulla sfiducia al ministro Fornero, e lo farò mordendomi la lingua perché ho rispetto sia del suo ruolo sia del fatto che sia una donna".

"Il ministro", ha aggiunto l'ex pm, "ha mentito sul numero degli esodati: sapeva che il dato da lei riferito era falso e lo ha fornito comunque". Inoltre, Di Pietro ha contestato "l'arroganza del ministro nel violare l'articolo 1 della Costituzione: è gravemente offensivo per gli italiani. Chiediamo la sfiducia per i suoi atti e comportamenti individuali che non meritano di essere rappresentati in questa Aula. Come fa un ministro in carica a dire che il sommerso, ovvero una illegalità, è un rischio che la sua riforma può determinare, ricorda quel ministro della prima repubblica che diceva che la mafia era un rischio con cui bisognava convivere", continua Di Pietro, sostenendo che "il fatto che Monti dica di condividerne le scelte è un'aggravante e non un'attenuante".

Il capogruppo della Lega Giampaolo Dozzo è meno pacato nei toni, ma esprime un concetto simile a quello dell'ex magistrato: "In quest'aula il ministro Fornero non gode di alcuna stima, considerazione e fiducia. Non è il ministro del Lavoro ma della disoccupazione. Lei non può fare a meno della propria sedia, ma il Paese può fare benissimo a meno di lei".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner