Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 01:34

Perrone: "Nessun bavaglio all'informazione, si rispetti la privacy"

Perrone: "Nessun bavaglio all'informazione, si rispetti la privacy"

Lecce - Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, chiarisce i motivi che lo hanno spinto a regolamentare l’accesso dei giornalisti a Palazzo Carafa e invita gli stessi ad un incontro per affrontare l’argomento.
Il primo cittadino, infatti, sarebbe seccato dai continui appostamenti di alcuni operatori dietro la porta del suo ufficio o nelle stanze della segreteria perché non garantirebbero la privacy dei cittadini che hanno l'esigenza di incontrarlo. 

"Si tratta di comportamenti che hanno finito da un lato per ledere il diritto alla privacy dei cittadini e dall’altro per alimentare confusione all’interno degli uffici di Palazzo Carafa, in particolare nella mia segreteria e nel settore Comunicazione", ha affermato Perrone.

"Per queste ragioni ho deciso di adottare un provvedimento ad hoc al fine di regolamentare l’accesso ai giornalisti, ai cameramen e ai fotografi negli uffici comunali", ha continuato il primo cittadino, "So bene che in qualità di sindaco non ho diritto alla privacy ma è altrettanto evidente che tale prerogativa appartiene a tutti i liberi cittadini, più o meno noti all’opinione pubblica, che hanno l’esigenza e la necessità di incontrare il sindaco senza rischiare di finire a loro insaputa sugli schermi di qualche tv locale o sulle pagine dei giornali a causa di qualche “imboscata” di giornalisti a caccia di pseudo scoop. Non ritengo che sia questo il modo migliore di fare informazione".

L'intento del Sindaco, dunque, è quello di incontrare i rappresentanti dell'informazione al fine di "affrontare il delicato argomento per individuare una soluzione capace di ottemperare le diverse esigenze. Nel frattempo i giornalisti potranno accedere a Palazzo Carafa in occasione di conferenze stampa, commissioni consiliari e consigli comunali oppure per chiedere informazioni utili alla loro attività professionale, dandone - in questo caso - preventiva comunicazione".

Non è dello stesso parere Loredana Capone, la quale chiede un po' ironicamente: "Ma Palazzo Carafa è diventato Palazzo Perrone?".

"Trovo improprio il provvedimento con cui il sindaco Paolo Perrone ha vietato l'accesso dei giornalisti a Palazzo Carafa!
Non si può avanzare alcun diritto di privacy da tutelare all'interno di Palazzo Carafa, che deve essere la casa di tutti i cittadini.
Il diritto all'informazione deve essere sempre garantito, anche quando esso può risultare scomodo. L'esercizio del diritto di cronaca, nell'interesse e a tutela dell'opinione pubblica e dei cittadini, è inalienabile: non c'è divieto d'accesso che possa impedirlo", ha affermato la vicepresidente della Regione.


Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
daniela - 04/07/2012
Forse il sindaco preferirebbe incontri ravvicinati .....di diverso tipo d'informazione!!!
Avatar
massimo - 03/07/2012
come mai prima delle votazioni a palazzo carafa si poteva entrare e uscire senza problemi ?


Banner
Banner
Banner