Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 06:10

Salvatore Negro: "L'Udc porterà avanti la battaglia sulla sanità"

Salvatore Negro: "L'Udc porterà avanti la battaglia sulla sanità"

Lecce - "L'Udc porterà avanti la sua battaglia sulla sanità per recuperare quanto è stato negato all'area ionica, sia all'ospedale di Gallipoli che a quello di Casarano. Il riferimento geografico deve prevalere sulle sterili cifre dei pur necessari ma dolorosi tagli. Non si può lasciare un'area così vasta come quella ionica priva di un punto nascita". E' quanto sostiene il presidente del Gruppo Udc, Salvatore Negro.

"Per avere il sostegno dell'Udc" ha sottolineato, "occorre rivedere e approfondire quanto previsto dalla cosiddetta fase due del piano di rientro sanitario.

Condividiamo le preoccupazioni di migliaia di cittadini che oggi si vedono privati di servizi considerati essenziali e primari, come quello di ostetricia, la cui soppressione dei reparti di Casarano e Gallipoli lascia scoperta una vasta area che oltre a raggruppare numerosi Comuni è anche meta di migliaia di turisti nel periodo estivo".

Ha continuato il capogruppo Udc: "Inoltre non arretreremo di un centimetro sulla posizione già assunta relativamente all'ospedale di Nardò: occorre attuare al più presto le previsioni del piano di rientro, in particolare per quanto riguarda la riconversione delle strutture dismesse in poliambulatori e case della salute.

La immediata erogazione di servizi ambulatoriali può giustificare agli occhi del cittadino il "danno" dovuto alla chiusura del nosocomio di Nardò. Tale presidio non può essere ridotto ad un complesso edilizio semideserto ma va riconvertito immediatamente in un centro erogatore di servizi che produce vantaggi per i cittadini e una riduzione della spesa sanitaria attraverso la de-ospedalizzazione.

Non bastano le eccellenze che pure ci sono su territori come Nardò, seconda città della provincia di Lecce per numero di abitanti: bisogna attivare in tempi brevi la prevista casa della salute con tutti quei servizi indispensabili per rispondere alla domanda di sanità che si leva dal territorio".

"E' questo quello che chiediamo al Governo regionale e all'assessore Attolini" ha concluso il presidente Negro, "convinti che anche gli altri colleghi consiglieri della nostra provincia saranno al nostro fianco in questa battaglia".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner