Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 04:56

Negro sui tagli agli ospedali

Negro sui tagli agli ospedali

Salento - "La razionalizzazione del servizio sanitario regionale deve tenere conto del riferimento geografico e non limitarsi a tagli indiscriminati basati su sterili numeri. Siamo soddisfatti per il salvataggio da parte della Giunta del reparto di ostetricia dell'ospedale di Scorrano, ma ora invitiamo il Governo regionale a mantenere gli impegni presi per Nardò e a operare una correzione sul taglio di ostetricia di Gallipoli".
È quanto affermato dal Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro che ha assicurato l'impegno del Gruppo centrista a cercare una soluzione che ponga rimedio allo squilibrio posto in essere dalla fase due del piano di rientro sanitario.

"I tagli operati dalla Giunta regionale – ha spiegato il capogruppo Udc – hanno lasciato scoperto di servizi essenziali e primari, come quello di ostetricia, alcune aree della nostra regione fra cui quella ionica. A nostro avviso occorre tenere conto che Gallipoli è una città turistica che nel periodo estivo conta sul suo territorio oltre 100mila presenze e che il suo hinterland comprende numerosi Comuni i cui abitanti quotidianamente si rivolgono all’ospedale gallipolino per l’erogazione di prestazioni sanitarie. La soppressione del punto nascita, quindi, potrebbe provocare uno squilibrio territoriale che si risolverebbe a danno degli utenti".

"Lo stesso discorso – ha continuato il presidente Negro – vale per l’ospedale di Nardò sul quale invitiamo la Giunta a mantenere gli impegni presi con l’adozione del piano di rientro che aveva previsto la riconversione della struttura in importanti servizi territoriali e in poliambulatori prima della chiusura. Infine, invitiamo il Governo regionale ad avviare le procedure per la nascita di nuovi ospedali; una fase slittata ormai troppe volte e che mette a rischio gli ingenti finanziamenti accordati alla Puglia. Il sostegno del Gruppo Udc alla fase due del piano di rientro – ha concluso Salvatore Negro – sarà condizionato dall’attuazione di questi impegni da parte del Governo che non può lasciare vaste aree geografiche scoperte di servizi sanitari in base a sterili calcoli che poco hanno a che fare con il diritto alla salute che deve essere garantito a tutti i cittadini indistintamente".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner