Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 08:25

Buccoliero sul 2 giugno: "Valori profondi per rilanciare il Paese"

Buccoliero sul 2 giugno: "Valori profondi per rilanciare il Paese"

Lecce - Il Consigliere regionale della Puglia e presidente di "Moderati e Popolari" Antonio Buccoliero, interviene in occasione della Festa della Repubblica, sottolineando l'importanza storica, morale ed etica di quella giornata decisiva di sessantasei anni fa, in cui l'Italia decise di diventare una repubblica dopo ottantacinque anni di monarchia.

"Sessantasei anni fa gli italiani, chiamati al referendum, si espressero a favore della Repubblica, a favore cioè di quella forma di governo in cui la sovranità appartiene al popolo. Oggi, a distanza di tanti anni, l'Italia e gli italiani devono riscoprire i più profondi valori democratici che sono alla base della Repubblica, rilanciando con forza quell'etica dell'agire, che appare sempre più merce rara".

"Viviamo un presente difficile" prosegue Buccoliero, "con una crisi economica e occupazionale, che sembra non lasciare margini d’azione, e con un distacco sempre più evidente dei cittadini dalle istituzioni e dalla politica. Eppure, l’Italia ha dimostrato di essere un paese forte, coeso e capace di tenere testa dinanzi a gravi difficoltà.

L'ha fatto dopo il vile attentato ai danni dell'istituto Morvillo di Brindisi, quando Melissa è diventata la figlia di tutti gli italiani, da nord a sud. Lo sta facendo in queste ore in cui si è aperta una vera e propria gara di solidarietà per gli abitanti dell'Emilia colpiti dal terremoto.

Ebbene, questo dimostra che, seppur nel profondo, esistono valori fondamentali ed imprescindibili, che animano la vita e le speranze del nostro Paese. La Festa della Repubblica vuole ricordarci che una rinascita è possibile solo ripartendo dagli stessi punti fermi da cui sono partiti i nostri padri costituenti, riscoprendo fermezza, serenità e coesione sociale"

"La Repubblica italiana" conclude Buccoliero, "sicuramente non può e non deve piangersi addosso, come giustamente ha osservato il presidente Napolitano, ma, nello stesso tempo, non può e non deve più offuscare, delegare o raggirare quell'etica della responsabilità, che deve guidare l'agire sociale, politico e personale".

Paola Errico


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner