Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 01:15

B&B, le novità illustrate dall'assessore Godelli

B&B, le novità illustrate dall'assessore Godelli

Lecce - E' stata presentata, durante l'incontro con Carlo Salvemini e Loredana Capone, la versione definitiva del disegno di legge n.40 del 12.12.2011 da parte dell'assessore regionale al turismo Silvia Godelli.
La nuova legge regionale sui B&B è finalmente giunta alla stesura definitiva ed avviata al suo iter conclusivo.

La legge aveva suscitato negli operatori reazioni contrastanti e diverse interpretazioni, tanto da paventare in alcuni una pesante penalizzazione di questo importante comparto della ricettività turistica a vantaggio delle grandi strutture.

L’Assessore Godelli ha ribadito l’importanza strategica che la micro ricettività turistica, ed i B&B in particolare, comportano per il Governo Regionale, il quale individua nel comparto, non solo un'importante risorsa economica, ma anche e soprattutto un fondamentale strumento per la promozione del turismo sostenibile, per la conoscenza delle persone e delle culture e tradizioni locali e la conservazione del nostro patrimonio immobiliare di maggiore prestigio.

Gli operatori presenti all'incontro hanno potuto apprendere direttamente da Silvia Godelli le novità: 1. sancita la divisione fra B&B “a conduzione familiare” e “in forma imprenditoriale”;
2. sostituito l’obbligo della residenza anagrafica con l’obbligo di dimora, fondamentale per organizzare accoglienza estiva in abitazioni balneari abitate temporaneamente ma in cui non si risiede;
3. ampliata la capienza delle strutture ora possibile fino a 4 camere e 9 posti letto per i Bed familiari e fino a 8 camere e 20 posti letto per gli imprenditoriali ;
4. sono cancellati i limiti , ipotizzati nella prima stesura, alle forme ed agli strumenti di pubblicità delle strutture che vengono completamente liberalizzati;
5. Per l’apertura di una nuova struttura, sia in forma familiare che imprenditoriale, sarà sufficiente una semplice Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) da presentare al Comune di appartenenza territoriale e l’attività potrà cominciare nello stesso giorno di invio della SCIA.

Sarà adottato, inoltre, un marchio identificativo e di qualità denominato Puglia Ospitale e la Regione Puglia si attiverà con risorse finanziarie destinate all’ammodernamento e Pugliapromozione, alla promozione nazionale ed internazionale dell’offerta ed alla adesione a reti, circuiti e prodotti di qualità.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner