Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 25 novembre 2017 - Ore 12:37

Distripark, il “c’eravamo tanto amati” di Stefàno e Florido?

Distripark, il “c’eravamo tanto amati” di Stefàno e Florido?

Taranto - Mutuando le parole del Sommo Poeta, “galeotto fu il libro e chi lo scrisse”, secondo il Sindaco di Taranto, il dottor Ippazio Stefàno, galeotto fu il giornalista che mal interpretò la sua missiva. Il Sindaco della città dei Due Mari interviene a mezzo lettera per correggere, si fa per dire, un articolo pubblicato su un giornale tarantino “TarantoSera”.

Il titolo del suddetto pezzo, pubblicato nel pomeriggio di ieri, diceva: “Distripark, tutto da rifare. Stefàno accusa Florido”.
Un pezzo questo nel quale si evidenziava il fatto che il Sindaco Stefàno avrebbe scritto al Presidente della Provincia, Gianni Florido, con l’intento di bacchettarlo.

Sotto accusa sarebbero finiti incarichi, consulenze e lo stesso progetto, utile a partecipare al bando di gara per la realizzazione del Distripark che secondo il Stefàno sarebbe inadeguato. Il progetto potrebbe saltare dopo 11 anni di “lavoro”.
Lettera questa non gradita al Presidente Florido tant’è vero che avrebbe portato, sempre secondo l’articolista, lo stesso a non presentarsi al comizio di apertura della campagna elettorale di Stefàno. Dunque Stefàno prende “carta, calamaio e penna” e corregge tutti.

“Mi riferisco ai contenuti dell'articolo – scrive il Primo Cittadino - apparso nell'edizione di ieri (18.4.2012) sulla testata giornalistica ‘TarantoSera’ per precisare, innanzitutto, che la mia nota del 4 aprile indirizzata al Presidente della Provincia Gianni Florido, nella sua veste di Presidente della Soc. Consortile Distripark, non aveva finalità accusatorie né sottintendesse elementi di sfiducia sul suo operato. Si è trattata di una semplice lettera di richiesta di chiarimenti in merito ad un articolato quanto complesso iter procedimentale in atto; chiarimenti, peraltro, che sono giunti tempestivamente da parte del Presidente Florido e dei cui contenuti il Consiglio di Amministrazione di Distripark ne ha preso atto nel corso della seduta svoltasi il 6 aprile successivo. Quindi, nessuna dissonanza di vedute tra me ed il Presidente Florido, né tanto meno tra i componenti del C.d.A. del Distripark e lo scrivente. Questa lettera andava letta, e, tutt'al più commentata, quale normale strumento di richiesta di chiarimenti e di analisi su questioni e temi che, in un dato momento e nel corso dello svolgimento di un iter procedimentale, possono essere ritenuti meritevoli di approfondimento, piuttosto che essere utilizzata per segnalare inesistenti toni di accusa o di messa in discussione di un percorso di scelte condivise e consolidate nel tempo.”

Dunque nessuno bacchetta nessuno. D’altronde se Stefàno lo avesse fatto per davvero non sarebbe stata nemmeno una mossa tanto intelligente vista l’imminente votazione a maggio. Perderebbe così un alleato prezioso. Però intanto la testata serale tarantina continua su questo filone.

Un articolo uscito nel primo pomeriggio di oggi viene così titolato: “Sul caso Distripark Florido molla il sindaco Stefàno”. E’ vero che il comunicato di Stefàno è giunto alle 16.50 alle redazioni, quindi dopo che il “ TarantoSera” era già andato in stampa. Ma sarebbe il caso che Florido dicesse la sua su questa vicenda che ha caratteri quasi di cronaca rosa.

Antonello Corigliano


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner