Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 05:38

Mantovano alla presentazione del libro di Marina Valensise

Mantovano alla presentazione del libro di Marina Valensise

Lecce - L'onorevole Alfredo Mantovano, Coordinatore politico dei Circoli di "Nuova Italia",  giovedì 19 aprile alle ore 19.00 sarà a Bari, alla Libreria "Laterza" in Via Sparano 136, per partecipare alla presentazione del libro "Il sole sorge a Sud - Viaggio contromano da Palermo a Napoli via Salento", scritto dalla giornalista de "Il Foglio" Marina Valensise.

Interverranno all'evento, anche il docente di sociologia all'Università di Bari Franco Cassano, il vice direttore de "Il Corriere del Mezzogiorno" Maddalena Tulanti, il regista Gennaro Nunziante, e l’editore Alessandro Laterza.

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
enzo longo - 18/04/2012
Parole sante Giacomino...
Aspettando l'8xmille:
''il denaro e' lo sterco del diavolo, portatecelo ne faremo un concime della madonna''!
Avatar
Giacomo Grippa - 18/04/2012
Giacomo Grippa

Ho letto una intervista rilasciata dall' on. Mantovano, gia' di Alleanca Cattolica, Nazionale e sottosegretario sul tema del sostegno finanziario ai partiti che, a mio parere, e' sembrata non esaustiva rispetto ai suoi aspetti piu' di fondo, pur nella limitatezza della interlocuzione..
Ben altri pronunciamenti mi sarei aspettato da un politico non precario con una formazione da giurista sulla concezione dell' ordinamento dei partiti
Un accenno e' stato espresso alla bozza della maggioranza , ritenuta di "basso profilo" per aver previsto un controllo sull'utilizzo del sostegno di cui fruirebbero i partiti, da parte di una apposita Commission, definendola doppione della Corte dei Conti.
L'onorevole ha forse confuso il meccanismo e la natura del 5XMille che ogni cittadino dovrebbe destinare al partito preferito, considerato per meta' privato, in quanto liberamente scelto dal contribuente "donatore" e per meta' pubblico, in quanto somma messa a disposizione dallo Stato. E' questo invece il meccanismo e la naturta proprio dell'8XMille, che lo Stato introita come tassazione sul reddito delle persone fisiche, somma divenuta risorsa pubblica, da cui viene staccato l'8Xmille da destinare o direttamente all'ente preferito dal contribuente (lo Stato o le confessioni religiose ) o ripartendolo, in caso di scelta non espressa, agli stessi predetti enti, contro la volonta' del cittadino.
Col 5Xmille il contribuente destina direttamente dal proprio reddito tale quota oggi ad una formazione sociale, domani anche ai partiti. Meraviglia che a un simile meccanismo di controllo non venga assoggettato il quasi miliardo erogato annualmente alla chiesa cattolica con l'8XMille, sia col trucco evidenziato, sia eludendo le verifiche che la legge istitutiva, la n.222/1985, prescriveva.
Giusta, per me, la revisione ed un controllo del finanziamento, ora ad abbundantiam, pubblico dei partiti, ma perche' non anche quello pubblico alle chiese, anch'esso sovrabbondante, assicurato dallo Stato fino all'ultimo Comune?
Una volta i partiti erano sovvensionati dagli industriali, o tramite fondi occulti.. Possiamo anche aggiungerre dal magnate di turno o dall'imprenditore le cui fortune dipendenti dagli indirizzi del legislatore, vedasi normative sulla industria televisiva e mezzi di informazione.
E' mancata nella intervista un accenno al tema dellla registrazione giuridica dei partiti, come previsto dall'art. 49 della Costituzione, al tipo di sostegno congruo e qualificante da assicurare a queste formazioni-architrave del sistema, come i partiti, visto che svolgono una funzione pubblica. Un sostegno valido sarebbe quello di assicurare condizioni di base per il loro funzionamento o esistenza: agevolazioni- tipo per le sedi, i mezzi di informazione e pubblicita', il personale dipendente.
E' per una moralizzazione dell'agone politico giusto anche indicare un tetto alle spese elettorali di un partito o di un candidato.
Diventeranno cosi' piu' credibili e capaci per il perseguimento di quegli obiettivi che la Costituzione affida alla Repubblica, essere agenti positivi di vita democratica e di cambiamento per rimuovere come consacrarto all'art. 3 , secondo comma, quegli " ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la liberta' e la eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana umana e di effetiva partecipazione di ntutti ni lavoratori alla organizzazione politica, economica e sociale del Paese".


Banner
Banner
Banner