Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 01:15

Gigi Rizzo: "Ennesimo scivolone di Lucio Inguscio"

Gigi Rizzo: "Ennesimo scivolone di Lucio Inguscio"

Lecce - La lettera inviata nei giorni scorsi dall'assessore Lucio Inguscio a Donato Zacheo, comandante della Polizia Municipale, invita gli agenti a fare meno multe e ad essere, quindi, più tolleranti. 
La missiva, resa nota alla stampa, ha generato diverse polemiche, anche in virtù del fatto che il sindaco Perrone non ha preso le distanze dalle affermazioni di Inguscio, nè ha dato una spiegazione ulteriore.

A tal proposito, per esprimere la propria stima e solidarietà al corpo dei Vigili Urbani, fiore all'occhiello del capoluogo salentino, Gigi Rizzo, candidato Udc, ha dichiarato: "Caro Lucio, la tua preoccupazione riguardo le multe che vengono propinate ai leccesi riguardano tutti o solo i tuoi amici “puniti” per aver parcheggiato in doppia fila davanti al tuo Comitato elettorale?"
Per Gigi Rizzo, infatti, si tratta "dell'ennesimo scivolone che, come già avvenuto in occasione del bando delle case popolari, dà una chiara lettura di come Perrone e i suoi intendano la politica cittadina nel favorire determinate categorie di amici a danno della cittadinanza".

E' una strana coincidenza che la missiva di Inguscio a Zacheo arrivi all'indomani dell’inaugurazione del Comitato elettorale dell’assessore uscente, su viale Leopardi, dove alcuni suoi sostenitori hanno sostato le proprie auto in doppia fila, trovando al ritorno una multa per divieto di sosta. 
"Sono venuto a conoscenza, parlando con dei cittadini che mi sono venuti a trovare,che diverse multe vengono effettuate senza un pur minimo segnale di avviso ai cittadini. Se ciò corrispondesse al vero, non sarebbe certamente una cosa buona", scrive l'assessore Inguscio nella lettera al centro del ciclone negli ultimi giorni.

Le polemiche sembrano, tuttavia, lasciare indifferente il sindaco Perrone, il quale si è espresso con parole concilianti e diplomatiche: "Ho sempre invitato i vigili urbani a un comportamento propositivo nei confronti della cittadinanza, alla piena disponibilità di dialogo e di chiarimento ma, chiamati a svolgere con serietà e professionalità le loro mansioni, certamente non si può chiedere loro di coprirsi gli occhi dinanzi a una irregolarità".

Con riferimento alla vicenda che condusse Inguscio a dimettersi in passato, Gigi Rizzo ha affermato: "Così come fece all’indomani delle dichiarazioni sulla casa attraverso l’sms, quando Inguscio si dimise senza che ci fosse un’ indagine in corso e alcun tipo di verifica da parte di autorità giudiziaria o altro per capire se c’era stato un reato".
Allora come oggi, secondo il candidato Udc, si è trattato di un'opportunità politica, la stessa che lo ha riammesso in Giunta, chiamato da Perrone a pochi giorni dal voto, salvo poi scaricarlo nuovamente in occasione di questa nuova boutade sulle multe.
"Da una parte la clientela degli uomini di Perrone come regola quotidiana,  dall’altra la caratteristica del sindaco che di fronte ai problemi non vede, non sente e scarica anche i più vicini a sé".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner