Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 14:57

Melica sui sondaggi e la Corte dei Conti

Melica sui sondaggi e la Corte dei Conti

Lecce - Il candidato sindaco Luigi Melica, espressione lampante della società civile in corsa per le comunali, si esprime circa il sondaggio reso noto, nella giornata di ieri, da Loredana Capone.
Il sondaggio vede Perrone ancora in testa e Capone a distanza di 12 punti, mentre è ancora parziale la percentuale di preferenze espresse su Melica in quanto la candidatura era stata ufficializzata da pochi giorni.

"I sondaggi presentati dal centrosinistra"m ha affermato Melica, "dimostrano un unico vero dato: la stanchezza dei cittadini verso una politica autoreferenziale, troppo occupata a pensare alle faide interne, piuttosto che a gestire quotidianamente i problemi della città. Una solfa che si ripete da troppo tempo, che ha causato l’allontanamento di un numero sempre maggiore di leccesi".

"Dal momento della mia discesa in campo, ufficializzata il 9 marzo scorso, è incominciata una nuova fase di ricomposizione del Terzo polo. Ai due poli, centrodestra e centrosinistra, devo dare una notizia: oggi, molti di quei cittadini stanno rivolgendo la loro attenzione proprio al Terzo polo. Ogni giorno, riceviamo attestazioni di stima da parte di coloro che hanno saputo riconoscere la vera novità nell’agone politico leccese: un centro che propone contenuti, restando coi piedi per terra", ha asserito il candidato del Terzo Polo, aggiungendo che i suoi punti di forza saranno "meritocrazia, libertà, equità e professionalità".

"Saremo il partito della società civile, proprio quella che oggi vorrebbe disertare le urne, perché non presa in considerazione dai due poli", ha annunciato il professore.

Poi Melica affronta un argomento delicato, quello della Corte dei Conti.
Negli ultimi giorni, infatti, il procuratore regionale della Corte dei Conti Francesco Lorusso ha stilato un elenco di Comuni, Province, Autorità portuali, Aziende sanitarie in cui si sono verificate delle irregolarità.
Primeggia, nell'elenco, la città di Lecce per i casi Boc (dove si procede per falso e abuso d’ufficio) e via Brenta (ipotesi di truffa).

"Il sindaco Perrone proprio non vuole capire (o finge di non farlo) la gravità della relazione del Presidente della Corte di Conti, che punta il dito contro quelle operazioni finanziarie, immobiliari e infrastrutturali che lui avallò durante la giunta Poli, salvo poi rinnegarle cacciando dalla Giunta la sua “madrina”. Problemi parzialmente risolti? Non credo proprio, visto che sta riproponendo lo stesso ticket di 5 anni fa, disastrosamente fallito, caduto sotto la scure delle indagini giudiziarie e lasciando i bilanci comunali in dissesto. Una giunta Poli-Perrone non saprà affrontare una città più povera, i cui disoccupati aumentano di giorno in giorno. È troppo intenta a non litigare. E la telenovela continuerà", è stato il commento di Melica.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner