Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 19 novembre 2017 - Ore 22:46

I Consiglieri Regionali Mazza e Lospinuso su Bonelli

I Consiglieri Regionali Mazza e Lospinuso su Bonelli

Taranto - Ancora la città di Taranto non è entrata nel vivo della competizione elettorale per la poltrona da Sindaco, ma già sono tantissimi gli interventi che registriamo su questo argomento.
Ieri vi abbiamo raccontato l’ufficializzazione della candidatura a Sindaco del “verde” Angelo Bonelli che si presenterà con il simbolo del Movimento “ Aria Pulita” ( sintesi di 4 grossi movimenti ambientalisti di Taranto) oggi vi segnaliamo due interventi di altrettanti consiglieri regionali: Patrizio Mazza ( IDV) e Pietro Lospinuso (PDL).

Secondo la nota di Lospinuso c’era da aspettarsi una sorta di strumentalizzazione della questione ambientale da parte di qualche politico .
Leggiamo : “Non poteva mancare, a ridosso delle elezioni tarantine, una ripresa massiccia della strumentalizzazione politica della questione ambientale, spintasi questa volta fino alla calata dall’alto di un fantomatico leader nazionale ( Angelo Bonelli, ndr) di un partito-zombie alla ricerca di pretesti per resuscitare, tra l’altro proprio a Taranto laddove un suo indimenticabile Ministro determinò un devastante blocco di opere ed investimenti nell’area portuale”.
Secondo il pidiellino le bonifiche richieste adesso dall’attuale Presidente della Regione Vendola erano già state messe a punto  “nel ‘Contratto di Programma’ definito dai governi Berlusconi e Fitto, con Sindaco Rossana Dibello, che le Amministrazioni regionali, provinciali e comunali di sinistra hanno irresponsabilmente abbandonato, dirottando altrove 56 milioni di euro”.
Per Lospunuso la via è una sola per conciliare lavoro e salute e sta in “un continuo miglioramento delle tecnologie, rispetto al quale bisogna riconoscere all’azienda ( Ilva, ndr) di non essersi mai sottratta, evitando di tirare troppo una corda che rischia seriamente di spezzarsi, mandando gambe all’aria non già l’on. Bonelli o i suoi imitatori locali, che sulle catastrofi più o meno immaginarie ci banchettano, ma 13 mila famiglie ed un’intera economia territoriale”.

L’intervento che il dottor Mazza ( tra l’altro candidato Sindaco con il movimento “CambiAMO Taranto”) fa nella sua lunga nota è diretto ad analizzare il perché la parte ambientalista di Taranto abbia scelto come candidato un politico di professione come Angelo Bonelli: “in questa città non si trovava una persona al di sopra di tutto e tutti che abbia veramente in animo le sorti di Taranto, e questo ce lo dicono gli ‘ambientalisti’  che hanno capito che a Taranto alcune cose non vanno, ma ovviamente non sanno che soluzioni trovare ed è per questo hanno chiesto l’aiuto esterno”.
E sugli ambientalisti dice :  “L’ho già detto in ogni circostanza che la definizione riguarda ‘chi si adopera per il ripristino delle condizioni naturali del luogo di cui si parla’. E costoro ne hanno la più pallida idea di come si possa fare? Hanno il senso pratico di quali siano le ricchezze vere, naturali da valorizzare? Sanno come è il ciclo di sviluppo di una pecora, una cozza e di come questi due esseri, uno mammifero e l’altro mollusco siano vissuti in simbiosi per secoli e ora questa simbiosi è distrutta? Lo sanno codesti ambientalisti come ripristinare tale habitat? Sanno tutto sulle emissioni di benzo(a)pirene, e orami con la macchinetta calcola IPA sono tecnici provetti esperti ma, dopo le famose perizie, ho qualche dubbio sulla loro vera cognizione tra camini di grande industria e camino di abitazione”.


Antonello Corigliano


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner