Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 09:55

Tassazione sui cani non sterilizzati, Guido contro la proposta

Tassazione sui cani non sterilizzati, Guido contro la proposta

Lecce - Una tassa annuale, di cui non si conosce ancora l’importo, da pagare se si sceglie di non sterilizzare il proprio cane. E’ quella che propongono i parlamentari del Partito Democratico di Matteo Renzi con un emendamento alla Legge di Bilancio e che prevede che a decidere il nuovo balzello siano i sindaci, indicando anche esenzioni, riduzioni, detrazioni in favore di determinate categorie di soggetti. Tutto questo, secondo quanto viene dichiarato dagli esponenti del PD, come strategia utile a combattere il fenomeno del randagismo, promuovere la cultura della sterilizzazione ed evitare che migliaia di cani debbano finire nei canili.

DICHIARAZIONI DI ANDREA GUIDO, ASSESSORE ALLE POLITICHE AMBIENTALI DEL COMUNE DELEGATO AL RANDAGISMO:

«L’emendamento alla manovra che propone l’istituzione di una tassa sui cani non sterilizzati come strategia per arginare il randagismo e ridurre i costi dei cani vaganti per le pubbliche amministrazioni denota una sconcertante misconoscenza delle cause alla base dello stesso fenomeno da parte dei deputati che hanno avuto questa brillante intuizione.

Ancora più sconcertanti le esenzioni previste per le categorie di cacciatori, pastori e allevamenti professionali. Questo vuol dire, quindi, che se il cane genera un guadagno, come in un allevamento professionale o in un’attività di pastorizia con animali da reddito, non va tassato. Ma se il cane è parte integrante di una famiglia o se rappresenta il migliore amico di un bambino, di un adulto, di un diversivamente abile (non vedenti esclusi, per fortuna) o di un anziano, invece, si deve tassare. Una logica stupenda. Una trovata eccezionale.

In genere non sono uno che pensa subito alla mala fede. Ma spiegatemi come questa iniziativa non debba giovare solo ed unicamente ai soliti noti, cacciatori, allevatori e imprenditori dell’attività pastorizia. In più qualcuno del PD mi dica come mai i nostri cani, che magari vivono in casa con noi, debbano essere sottoposti alla castrazione e sterilizzazione chirurgica definitiva, mentre per i cani da pastore e per quelli adibiti alla custodia degli edifici rurali che invece sono liberi di circolare, questo problema non si pone. Gli autori di tale proposta ignorano, o fanno finta di ignorare, che, laddove esiste un problema di sovrappopolazione canina, esso è causato non tanto dai proprietari di cani che vivono nei centri abitati, ma proprio da quegli allevatori, agricoltori e pastori che lasciano vagare i propri animali liberamente sul territorio. Vale a dire proprio da chi si vorrebbe esentare dall’obbligo di sterilizzazione. Qui siamo alla frutta.

Ma soprattutto, con quale arroganza questi 3 deputati, non eletti da nessuno ma scelti dalle segreterie di partito grazie ad una legge elettorale altamente anti democratica, si permettono di decidere sul futuro della specie canina in Italia? Perché è di questo che stiamo parlando. Visto che la sterilizzazione  sarebbe imposta praticamente a quasi tutti i cani presenti sul territorio nazionale.

La tassa sui cani non sterilizzati, infine, e questo può comprenderlo bene anche un bambino, incentiverebbe gli abbandoni, aggravando paradossalmente il fenomeno del randagismo. Altro che soluzione! Si tratterebbe di un ulteriore costo che si andrebbe a sommare alle spese che i proprietari di cani già affrontano per il benessere, per le cure e per i farmaci veterinari. Il randagismo, invece, si batte con misure premiali e agevolazioni: lo dimostra l’esperienza! Il randagismo non si elimina pagando una tassa allo Stato! 

Ma veramente negli ambienti del Partito Democratico pensano che noi siamo tutti così stupidi? Cominciassero a dare voce a tutti quei volontari che, per amore puro, si organizzano come possono e non senza sacrifici, che cercano soldi per vaccinare i randagi evitando il diffondersi di epidemie. Chiedessero a loro un consiglio”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner