Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 17:14

Guido interviene sulla questione "Discarica nel Nord Salento"

Guido interviene sulla questione "Discarica nel Nord Salento"

Surbo - L'assessore all'ambiente Andrea Guido interviene sulla questione del progetto discarica nel nord salento proposto dall'ati geoambiente e trio, in seguito alla riunione tenutasi la sede del comune di surbo:

"La riunione, voluta da me e dal Sindaco di Surbo, era rivolta ad acquisire il punto di vista dei vari portatori d’interesse del mondo dell’imprenditoria della zona interessata dal progetto. Quello che è emerso ufficialmente ma che in realtà già si sapeva e, per certi versi, si dava anche per scontato, è che la realizzazione dell’impianto riporterebbe indietro di parecchi anni l’intera area. Si tratta, infatti, di un territorio già tormentato storicamente dal problema dei fumi di Cerano, dall’attività in passato di cave di estrazione e dalla presenza di altre strutture che si occupano di trattamento e di smaltimento di determinate tipologie di rifiuti speciali, e che, grazie anche al lavoro del GAL Valle della Cupa, è riuscito splendidamente in una riconversione in chiave turistica rivalutando i suoi insediamenti storici. Parliamo di strutture ricettive bellissime e che producono ricchezza offrendo posti di lavoro nel pieno rispetto del paesaggio e dell’ambiente. Contribuendo, anzi, alla crescita, attraverso le proprie peculiarità agrituristiche, dell’attrattività dell’intero Salento. Sono masserie fortificate riportate agli antichi fasti che oggi rappresentano una vera e propria ricchezza, che in molti casi hanno beneficiato di finanziamenti pubblici e che garantiscono posti di lavoro. Parliamo di gente che in molti casi ha investito i risparmi di una vita per inseguire un sogno che è stato realizzato in completa armonia con la natura e il paesaggio. Alla riunione c’era Mr Robert Potter, proprietario e conduttore della bellissima Masseria Trapanà, ad esempio, australiano che ha deciso di giocarsi tutto su quella terra, sulla sua vocazione turistica e sulla sua bellezza. Emblema di come è percepita l’area anche fuori i confini nazionali. C’erano tanti imprenditori agricoli che tempo fa’ hanno scommesso sul biologico e che oggi finalmente stanno cominciando a raccogliere i frutti del loro coraggio e dei loro sforzi. Cosa vogliamo fare? Vogliamo buttare tutto al vento? 

Dobbiamo tenere presente che se anche tutto l’impianto dovesse essere realizzato a regola d’arte, in ogni caso, basterebbe la sola movimentazione dei materiali utilizzati per il riempimento di parte della cava presente a produrre effetti negativi sull’ambiente circostante e, soprattutto, sull’aria che si respira. Parliamo quindi non solamente di difesa del paesaggio e della vocazione turistica di un’area. Ma parliamo di salute. E la tutela del diritto della salute è un fatto costituzionale (art.32). Questo è il motivo per cui ritengo che impianti di questa portata debbano essere prerogativa esclusiva del Pubblico e che non si possano realizzare su iniziativa privata per prolungare lo sfruttamento di una terreno già oggetto di estrazione in passato. 

Questi sono compiti delle Istituzione Pubbliche secondo programmazioni a lunga scadenza a livello di Area Vasta e dopo le dovute fasi di concertazione tra enti. L’elenco CER, ovvero della tipologia dei rifiuti speciali che dovrebbero essere smaltiti nell’impianto che si vuole realizzare, inoltre, è così vasto - esso comprende anche acidi - e spazia così tanto, comprendendo anche diverse materie organiche, che sarà impossibile non generare cattivi odori a lungo raggio tali da far scappare a gambe levate tutti i turisti e vanificare ogni sforzo compiuto finora. Oggi, in ogni caso, e concludo, la localizzazione della discarica non è idonea in quanto ricade in zona agricola (parco produttivo E1 e E4) e l’eventuale variante urbanistica sarà oggetto di provvedimento dell’intero Consiglio Comunale di Lecce. E questo almeno per ora, mi fa dormire ancora sonni tranquilli".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner