Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 13:09

La risposta di Perrone alla richiesta della Capone di vietare i botti

La risposta di Perrone alla richiesta della Capone di vietare i botti

Lecce - Il Sindaco di Lecce, Paolo Perrone, risponde alle polemiche innescate dalla candidata alle primarie del centrosinistra, la Vicepresidente della Regione Puglia, Loredana Capone, in merito ai botti di Capodanno.

La richiesta della Capone di vietare, con un'apposita ordinanza, i botti di Capodanno, è stata così commentata dal primo cittadino leccese: "L’ennesimo diversivo da campagna elettorale: chiedere di vietare una cosa già vietata. Io invece confido nel buonsenso dei miei concittadini, augurandomi che qualcuno non aspetti il primo incidente per svolazzare qui e là ripetendo: “io l’avevo detto, io l’avevo detto".

Già altri sindaci di altre  città, come Bari, hanno deciso di vietarli soprattutto per non terrorizzare gli animali.

"Premesso che non prendo decisioni per la mia città sol perché Emiliano si è regolato in un certo modo a Bari, e premesso che l’interesse per gli animali, come Amministrazione Comunale, lo abbiamo già dimostrato in ben più congrue occasioni - tutte rigorosamente documentabili a chi voglia non fermarsi alla superficie dello scontro elettorale, ma pretenda di scendere nella verità dei fatti -  ritengo poco proficuo amministrare una città a botta di divieti. E infatti non vieterò alcunché, confidando appunto nel buonsenso dei miei concittadini, perché in generale considero molto triste una società che si caratterizzi per i “non si può".

Seconda obiezione alla richiesta: "Mi sembra davvero assurdo chiedere di bandire qualcosa che è già bandito dalle norme vigenti, ovvero i botti che contengono polveri piriche in quantità eccessive e che disturbano la  quiete.  Forse la candidata alle primarie del Pd non lo sa, ma questo tipo di manufatti, più simili a veri e propri ordigni che a strumenti di divertimento, sono già vietati dalla legge, e dunque non serve alcuna ordinanza per impedirne ulteriormente commercio e diffusione”, conclude il sindaco Perrone. “E forse, a questo punto, Loredana Capone non si è mai neanche accorta dell’opera di prevenzione di questo commercio fatta puntualmente in città, in questi giorni, dagli uomini delle forze dell’ordine e dalla polizia municipale.  Mi sembra strano, per una che vuole candidarsi a sindaco di Lecce".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner