Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 22:50

Un ponte sull’Adriatico tra provincia e Stati Balcani

Un ponte sull’Adriatico tra provincia e Stati Balcani

Lecce - Provincia di Lecce, Albania e Montenegro a braccetto in vista dei nuovi finanziamenti europei 2014-2020 destinati alla cooperazione interregionale. E’ stato sottoscritto questa mattina, a Palazzo Adorno a Lecce, il Protocollo di intesa per la promozione di una programmazione integrata nell’area Adriatico-Ionica al fine dell’accesso a finanziamenti dell’Unione Europea (EUSAIR 2014-2020).

A firmare l’accordo di partenariato il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, i sindaci della Municipalità di Lezhe (Albania) Fran Frrokaj e  della Municipalità di Ulcinj (Montenegro) Fatmir Gjeka e per la cooperativa Enérgi Onlus Italia di Patù, partner dell’intesa, il procuratore Enrico Ciullo. 

All’incontro con la stampa hanno preso parte, tra gli altri, il direttore generale della Provincia di Lecce Giovanni Refolo e il dirigente delle Politiche comunitarie Carmelo Calamia. 

In conferenza stampa è stata annunciata, inoltre, la volontà della Regione Molise e, in particolare, del Comune di Campobasso di aderire all’intesa appena siglata tra Provincia di Lecce, Municipalità di Lezhe (Albania) e Ulcinj (Montenegro) e Cooperativa sociale Enèrgi Onlus di Patù.

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha evidenziato: “Questo accordo rappresenta un importante percorso oggi sancito ufficialmente grazie al lungo lavoro svolto in questi mesi. E’ una piattaforma operativa straordinaria attraverso la quale possiamo creare le condizioni per aggredire le opportunità finanziarie che la nuova programmazione europea metterà in campo e che consentiranno al nostro territorio di essere competitivo”.  

Nelle parole del presidente non è mancato un riferimento “forte” alla riforma che ha investito l’assetto politico - istituzionale delle Province, ancora in via di completamento. A tal proposito il presidente Gabellone ha sottolineato: “Non ci rassegniamo solo al ruolo di contenimento delle emergenze, ma rivendichiamo un ruolo anche nei rapporti con le realtà transfrontaliere. Già nel 2009, all’indomani della mia elezione, avevo indicato l’obiettivo di intensificare i rapporti con i Paesi comunitari. Cosa che è stata fatta in più occasione e per questo ringrazio il direttore generale Giovanni Refolo e il dirigente Carmelo Calamia. Oggi continuiamo con questo obiettivo”. 

Proprio il dirigente delle Politiche Comunitarie di Palazzo dei Celestini Carmelo Calamia ha evidenziato: “I bandi per la cooperazione balcanica aprono uno scenario molto interessante. La dotazione complessiva per le politiche di programmazione interregionale ammonta a circa 800 milioni di euro e la Provincia di Lecce, in particolare, è eleggibile su tutte le proposte dei bandi che usciranno tra qualche mese”. 

Provincia di Lecce e Municipalità di Lezhe e di Ulcinj hanno deciso di cooperare in partnership per studiare e proporre strumenti di  programmazione e progettazione integrata, ciascuno nell’ambito delle proprie competente funzionali e territoriali, volti a favorire politiche di raccordo e collaborazione fra Stati membri e Paesi dei Balcani occidentali, e a valorizzare le potenzialità di ciascun Paese. Tali progetti di cooperazione, sia attraverso i programmi Interreg Europe, sia attraverso altri programmi europei per l’attuazione di azioni e progetti comuni, possono servire a promuovere lo sviluppo economico, la protezione ambientale e delle coste, i trasporti e la logistica, l’agricoltura sociale nelle aree agricole rurali, le attività formative, culturali e turistiche di ciascuno dei Paesi partecipanti. 

A farsi promotore dell’iniziativa è stata la Cooperativa sociale Enèrgi Onlus, costituitasi nel 2014 in vista proprio della nuova Programmazione Europea 2014-2020, con la mission di contribuire allo sviluppo del territorio salentino. 

Le due delegazioni straniere resteranno nel Salento fino al 19 febbraio prossimo, per partecipare ad alcuni incontri istituzionali e a visite guidate oltre che nella Città di Lecce, anche nei Comuni di Maglie, Otranto e Santa Cesarea.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner