Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 07:37

Al via i lavori di manutenzione dei canali delle marine leccesi

Al via i lavori di manutenzione dei canali delle marine leccesi

Lecce - Al via i lavori di manutenzione dei canali di bonifica che insistono sulle marine leccesi. Si parte con Frigole nell’immediato e si proseguirà con Torre Chianca. Questa mattina l’Assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido, ha accompagnato di persona il Commissario, Dott. Gabriele Papa Pagliardini, e il Direttore Tecnico, Ing. Gregorio Raho, del Consorzio di Bonifica Ugento e Li Foggi presso la foce del canale Giammatteo di Frigole e presso quella del canale Fetida di Torre Chianca per un sopralluogo tecnico inerente gli interventi di dragaggio e disostruzione delle stesse foci. Si tratta di interventi volti a scongiurare il rischio di ristagnamento delle acque che potrebbe portare gravi conseguenze anche di carattere idrogeologico per tutta l’area. I depositi fangosi lasciati dalle acque canalizzate modificano il regime di movimento delle stesse e danno vita ad un’infestazione di erbe spontanee che crescono lungo i corsi e sui letti stessi e al proliferarsi di insetti dannosi come le zanzare che si moltiplicano in tutte le aree vicine.

Il Commissario del Consorzio, Gabriele Papa Pagliardini, ha assicurato che l’intervento di disostruzione della foce del Giammatteo potrebbe cominciare già nelle prossime ore. La sabbia rimossa sarà utilizzata, poi, attraverso un apposito progetto, per una ricostruzione dunale nei pressi della stessa foce. Inoltre il commissario ha comunicato che entro l’inizio dell’estate realizzerà anche gli altri interventi di manutenzione straordinaria (dragaggio e sfalcio) lungo i canali che attraversano i centri abitati. Il Consorzio, infine, a detta del suo nuovo commissario, intende programmare e concordare da subito con il Comune tutti gli altri interventi di manutenzione su tutti i canali di bonifica presenti sul territorio comunale al fine di ripristinare l’originaria funzione idraulica degli stessi, il tutto, ovviamente, nel rispetto degli habitat presenti lungo tali corsi d’acqua.

“Era dal mio insediamento che attendevo la disostruzione definitiva delle foci dei canali di bonifica - dichiara Andrea Guido - e ora, con l’arrivo del Dott. Pagliardini, finalmente è stata attivata quella collaborazione interistituzionale necessaria a perseguire gli interessi del territorio. Ho proferito parole dure in passato nei confronti del Consorzio di Bonifica Ugento e li Foggi, questo soprattutto perché non trovavo riscontro da parte dell’ente regionale alle mie numerose richieste d’intervento. Non cambia la mia opinione nei riguardi di questi enti, ma apprezzo oggi la disponibilità, l’efficienza e la professionalità del nuovo commissario”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
mario - 17/02/2016

Fa piacere che si mette mano sui lavori di dragaggio e disostruzione dei canali e delle loro foci.Faccio presente che nel mio comune
SALVE (LE) il canale in località CABINA fra Pescoluse e Torre Pali, verte in condizioni veramente allucinanti, si rischia il ritorno della
malaria ,dopo che durante il ventennio fascista fu debellata canalizzando le acque.Aggiungo inoltre che in prossimità della foce del
suddetto canale, sono sorti due stabilimenti balneari che ne hanno modificato l'ecosistema.Anche se il comune annualmente ne libera la foce del canale , ciò non toglie che puntualmente a fine stagione ,non per cause naturali, la foce si ostruisce arrecando danni alla salute
con le sue esalazioni.Consiglierei al dott. Pagliardini di fare un sopralluogo per eventuali lavori futuri.



Banner
Banner
Banner