Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 19:38

Pagliaro: "No all'importazione coatta senza dazio in italia di olio tunisino"

Pagliaro: "No all'importazione coatta senza dazio in italia di olio tunisino"

Lecce - "Non e' liscio come l'olio", Pagliaro (Ufficio di Presidenza Nazionale Forza Italia, Responsabile dipartimento regionalismo, federalismo e identità territoriali Responsabile Cultura, turismo e comunicazione in Puglia): «No all'importazione coatta senza dazio in italia di olio tunisino» 

“35mila tonnellate di olio d'oliva tunisino in arrivo senza alcun dazio è la dimostrazione più plastica, più tangibile di quanto il governo italiano sia inconsistente anche a livello europeo e non abbia a cuore il destino di una Regione che, come la Puglia con le maggiori percentuali nel Salento, è la prima produttrice di olio in Italia”. Lo dichiara Paolo Pagliaro dell'ufficio di Presidenza di Forza Italia.

“La votazione della Commissione dell’Unione Europea -prosegue- rischia di mettere ancor più in ginocchio i nostri olivicoltori, già barbaramente messi alla prova dall’emergenza della Xylella.

Il governo Renzi, oltre a sostenere questa scellerata decisione sull’olio tunisino, non considera le enormi difficoltà patite dal settore. I produttori sono tartassati dalle tasse e ciononostante continuano a creare un prodotto di altissima qualità. È evidente, però, che i costi sostenuti da loro siano ben diversi di quelli di chi produce in Tunisia: qui, anche se l’olio non raggiunge minimamente la qualità del nostro extravergine, può essere commercializzato in Italia a prezzi più bassi. Una sorta di concorrenza sleale su cui il governo del Partito Democratico ha messo il suo sigillo.

Ma non è l’unica stoccata, perché i controlli sulle produzioni mettono sempre in difficoltà chi lavora onestamente e le frodi sono all’ordine del giorno. La lotta al falso made in Italy è una priorità assoluta per sostenere i nostri imprenditori, ma anche i consumatori, non sempre consapevoli –e spesso ingannati- sull’origine del prodotto.

Una proposta seria da fare, che si può sviluppare anche a livello regionale e che Forza Italia sta sostenendo con determinazione, è quella di creare un tavolo di filiera che metta insieme i produttori e i commercianti all’ingrosso, le catene di distribuzione. Bisogna promuovere il buon prodotto italiano, vogliamo sapere con certezza cosa troviamo sugli scaffali dei supermercati. Molto utile anche una forte campagna di sensibilizzazione sull'acquisto e il consumo consapevole dei nostri prodotti . E con una proposta del genere si potrebbe dare una risposta concreta. Ci vuole, però, la volontà politica. Noi -conclude Pagliaro-ce la stiamo mettendo tutta”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner