Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 23:07

Incendio zona industriale: il Meetup 5 Stelle chiede chiarezza

Incendio zona industriale: il Meetup 5 Stelle chiede chiarezza

Surbo - "Quei rifiuti di plastica e carta del deposito dell’Aspica Recycling, tutti andati bruciati nei giorni scorsi con il risultato di oltre 24 ore di fumi tossici finiti direttamente sui cittadini di Surbo, erano da oltre 4 anni abbandonati in quella sede senza che nessuno li avesse smaltiti o messi in sicurezza, nonostante l’allarme di rischio incendio più volte segnalato del NOE e nonostante l’ordinanza del Comune di Lecce di bonifica del sito. Il deposito era stato posto sotto sequestro e dissequestrato, poi l’aggiudicazione ad asta, proprio alla vigilia dell’incendio: noi attivisti del Meetup 5 Stelle per Surbo ci appelliamo agli organi competenti affinché, anche se a danno purtroppo ormai compiuto, si provveda ad andare a fondo sulla vicenda, che mostra evidenti segni di ambiguità". Si legge in una notta diffusa dagli attivisti del Meetup 5 Stelle per Surbo.

"Al di là di lettere e appelli, crediamo che sia compito delle Amministrazioni pubbliche, dei Comuni di Surbo e Lecce, ma non solo, tutelare la salute dei propri cittadini e mettere in campo tutti gli strumenti utili per tentare di prevenire questi disastri. Esiste un controllo serio e un monitoraggio continuo sulle situazioni che potrebbero generare pericoli per la salute pubblica? Il 20 luglio scorso abbiamo chiesto al Comune di Surbo, con formale istanza presentata al sindaco Fabio Vincenti e al presidente della Giunta Comunale Eupremio Bianco, la costituzione di una Consulta Ambientale, in modo che i cittadini possano partecipare attivamente, coadiuvando l'Amministrazione, e gratuitamente - lo ribadiamo, visto che la Consulta non avrebbe alcun costo per il Comune – per difendere il proprio territorio in campo ambientale proponendo soluzioni e politiche virtuose. Tutto ciò avverrebbe ispirandosi anche agli artt. 1 - 3 dello Statuto Comunale in vigore, che dà indirizzo funzionale attraverso l'attività e la collaborazione dei cittadini, sia singoli, sia nelle forme di aggregazione sociale presenti sul territorio, all'art.31 del medesimo Statuto, che disciplina l'istituzione e il funzionamento delle Consulte Comunali, e all'art.8 del D.lgs. n 267 del 18.08.2000 ''Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali", che regola la partecipazione attiva della cittadinanza, favorendo così, nei processi decisionali dell'Amministrazione Comunale, i principi di consultazione e cooperazione permanente tra amministratori e amministrati".

"A tutt’oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta ufficiale e, pertanto, sollecitiamo con la massima urgenza una presa di posizione, che crediamo nulla osti essere positiva, da parte dell’amministrazione. L’incendio verificatosi nella zona industriale è solo l’ultimo, in ordine di tempo, degli eventi e dei fatti che minano la salute dei cittadini di Surbo e Giorgilorio. Più volte abbiamo denunciato problematiche ambientali rischiose per la salute pubblica e ancora non risolte dall’attuale amministrazione comunale, riguardanti la forte presenza e influenza di impianti industriali e non sul suolo, aria, acqua (l'inceneritore di rifiuti speciali Biosud e l'installazione in scia di un Ripetitore Wi-Fi a meno di 60 metri da un plesso scolastico per la prima infanzia a Giorgilorio ne sono solo due esempi). Ieri mattina siamo stati con il nostro gazebo presso il mercato di Surbo e abbiamo distribuito alla gente un foglio informativo, con tanto di mappa dei siti fonte di inquinamento – di nostra conoscenza - , che illustra chiaramente la gravità della situazione ambientale nel territorio. Per vostra opportuna conoscenza, la stessa mappa la inoltriamo a voi, organi di stampa. L’iniziativa sarà ripetuta sabato prossimo, 28 novembre, perché è fondamentale che i cittadini vengano messi al corrente su quanto stia accadendo e sull’inspiegabile silenzio del sindaco".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner