Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 23:57

Bar, pub e ristoranti: chiusura in vista per chi non rispetta le regole

Bar, pub e ristoranti: chiusura in vista per chi non rispetta le regole

Lecce - Chiusura temporanea dei locali che non rispettano le regole e modifica dell’orario di ritiro dei rifiuti ingombranti. Sono tra le principali novità contenute nell’ordinanza dirigenziale n. 1142 che disciplina il conferimento dei rifiuti sul territorio comunale in esecuzione del nuovo sistema organizzativo.  

Il provvedimento è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa. “E’ un atto in continuità  con il lavoro effettuato dal settore Ambiente - spiega l’assessore alle Politiche Ambientali Andrea Guido - e ha l’obiettivo di mettere ordine i servizi destinati a tutti i tipi di utenze. Sono previste no solo sanzioni pecuniarie ma anche amministrative per i locali che non rispetteranno l’ordinanza con la chiusura per sette o quindici giorni della loro attività commerciale. Io sono contro questo tipo di sistema perché faccio sempre affidamento sul senso civico e sulla sensibilità ambientale die mie concittadini però laddove si riscontra il mancato rispetto della città e dei cittadini non abbiamo altra scelta”.

“In attesa dell’entrata in vigore del nuovo regolamento - sottolinea dirigente del settore Ambiente del Comune di Lecce, Fernando Bonocuore - che consenta di disciplinare la raccolta e il conferimento dei rifiuti, la nettezza urbana e la sanificazione della città vi è l’obbligo di adeguare la vigente disciplina di accesso al servizio da parte dell’utenza con un’ordinanza dirigenziale”.

Di seguito i contenuti dell’ordinanza: 

1. I rifiuti devono essere conferiti a filo strada, ad immediato ridosso delle aree di abitazione/esercizio di competenza, utilizzando le apposite dotazioni di servizio; 

2. I contenitori/dotazioni di servizio devono essere custoditi all’interno delle aree di proprietà, evitandone manomissioni o alterazioni, provvedendo alla loro pulizia e conservazione, restando fermo l’obbligo in caso di danneggiamento o furto di richiederne il reintegro al gestore. 

3. Gli obblighi di custodia e conservazione dei contenitori ricevuti gravano allo stesso modo sulle utenze domestiche non costituite in condominio e sulle utenze non domestiche che abbiano ricevuto in consegna le attrezzature. 

4. I contenitori devono essere esposti solo ed esclusivamente nei giorni e nella fascia oraria prescritta per ogni tipologia di frazione merceologica dai calendari di conferimento;

5. Ogni sacco, ben chiuso, deve essere alloggiato nel contenitore specifico, attivando il meccanismo antirandagismo. Nel caso in cui, abitudinariamente, il contenitore risultasse insufficiente a contenere i sacchi, potrà essere richiesto un contenitore più grande e/o supplementare. 

6. I contenitori e/o i sacchi dovranno essere esposti solo ed esclusivamente secondo la seguente tempistica (non saranno ritirati rifiuti esposti in ritardo):

Le utenze domestiche dovranno posizionare gli appositi contenitori, ovvero conferire i propri rifiuti nei contenitori di prossimità (per le utenze residenti nelle marine e nelle case sparse) dalle ore 22 della sera prima del giorno di raccolta alle ore 5 del giorno di raccolta;

Le utenze non domestiche dovranno posizionare gli appositi contenitori dalle ore 22 della sera prima del giorno di raccolta alle ore 5 del giorno di raccolta. Gli imballaggi in cartone prodotti dalle utenze non domestiche dovranno essere esposti sul marciapiede antistante il proprio esercizio commerciale dalle ore 12.30 ed entro le ore 14.30 del giorno di raccolta. Gli stessi saranno raccolti dalla ditta appaltatrice entro le ore 16.30.

7. Ogni contenitore andrà ritirato dal luogo di esposizione entro le ore 15 del giorno di servizio; 

8. E’ possibile il posizionamento di eventuali rifiuti da imballaggio voluminosi (cartoni, cassette, eccetera), solo se conferibili insieme alle frazioni merceologiche ritirate porta a porta, purché vengano collocati a fianco al contenitore e/o sacco e previa riduzione di ingombro, adottando ogni cautela affinché non si verifichi dispersione nell'ambiente;

9. I conferimenti anomali e/o incoerenti con le filiere di servizio, saranno considerati “abbandono di rifiuti” e quindi trattati ai sensi dell’articolo 192 del decreto legislativo 152 del 2006 e sanzionabili ai sensi dell’articolo 255;

10. Nel caso in cui durante la raccolta vengano riscontrate eventuali non conformità rispetto alla disciplina impartita gli addetti non ritireranno il sacco apponendovi sopra un avviso adesivo riportante il motivo; in questa eventualità è fatto obbligo all'utente proprietario di quel sacco di ritirarlo dalla pubblica proprietà, rimuovere le eventuali non conformità, correggere l'errore commesso e riposizionarlo nei giorni successivi quando previsto dal calendario, oppure portarlo all'Isola Ecologica, onde evitare sanzioni. Qualora, non oltre le ore 17 del giorno stesso di raccolta, il sacco non fosse ancora stato ritirato, l'Amministrazione Comunale, attraverso i propri organi di controllo, potrà verificare e cercare di risalire alla proprietà di quei rifiuti ed in quel caso sanzionare eventuali trasgressori in quanto il fatto si può considerare a tutti gli effetti un caso di abbandono dei rifiuti ai sensi della normativa vigente in materia.

Le violazioni a quanto previsto dall’ordinanza sono punite, ove non costituiscano reato e non siano sanzionate da leggi, decreti o regolamenti di altra natura, con il pagamento di sanzioni amministrative da 25 a 500 euro. Dall’accertamento della violazione consegue altresì l'applicazione della sanzione accessoria dell'obbligo di ripristino dello stato dei luoghi a carico del trasgressore e/o dell'obbligato in solido.

Per le utenze non domestiche le violazioni saranno punite - oltre che con la sanzione pecuniaria come innanzi stabilita - anche con la chiusura dell’attività per giorni 7 nel caso di doppia violazione nell’arco di mesi 6 a partire dalla prima e con la chiusura di giorni 15 nel caso di tripla violazione nell’arco di 12 mesi a partire dalla prima. Le violazioni contestate ad utenze domestiche condominiali, nel caso in cui sia impossibile accertare la responsabilità dei singoli trasgressori, comportano l'applicazione delle sanzioni nei confronti del responsabile condominiale o Amministratore condominiale (qualora nominato), quale rappresentante dell'intero condominio.

Le modalità di conferimento e i calendari di raccolta specificati per singola frazione, per tipologia di utenza e per area urbana di riferimento sono riportati nel documento “Modalità di conferimento al pubblico servizio di gestione rifiuti”  che è parte integrante e sostanziale dell’ordinanza. “Sia chiaro – specifica l’assessore Andrea Guido – i controlli vengono effettuati non soltanto a carico dei commercianti e degli esercenti ma anche sulla Monteco, l’azienda che ha in gestione il servizio di nettezza urbana in città. Abbiamo già provveduto a rimarcare alcune situazioni a dir poco anomale verificatesi negli ultimi tempi”. 

Quanto ai problemi riscontrati da parte di alcuni esercenti e commercianti del centro storico per il conferimento dei rifiuti nei “bidoncini”, l’assessore Guido precisa: “Stiamo lavorando a fondo anche per questo. Abbiamo già dato la possibilità di scegliere tra tre tipi di contenitori. E anche il servizio offerto dagli ecomobili cerca di venire incontro a particolari esigenze. Ad ogni buon conto, valuteremo la situazione caso per caso per verificare se sussistono particolari problemi nei locali con una superficie non superiore ai 30 metri quadrati”. 

E’ fondamentale il gioco di squadra. “Alle 8 di ogni mattina - sottolinea Pasquale Gorgoni,  direttore esecuzione contratto raccolta dei rifiuti  - la città è lavata, igienizzata e disinfettata grazie anche alla collaborazione degli utenti. Come è avvenuto in questi giorni delle festività dei Santi Patroni. Ringrazio in particolare gli ambulanti per il loro impegno a mantenere pulita la nostra città”.  E ringraziamenti da parte dell’assessore Guido sono giunti anche per i dipendenti dell’ufficio Ambiente, i lavoratori della Monteco, le guardie ecozoofile, gli agenti di Polizia locale, i volontari della Protezione Civile e i commercianti che hanno lavorato in questi giorni di festa. 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner