Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 11:23

‪#‎Salviamoletwin‬: lo sfogo dei dipendenti delle Twin Towers

‪#‎Salviamoletwin‬: lo sfogo dei dipendenti delle Twin Towers

Lecce - Nella giornata di oggi, i lavoratori del lounge bar Twin Tower di Lecce hanno diffuso la seguente nota: "Salviamo le Twin è lo slogan dei dipendenti del ”TWIN TOWERS cafe” che da un giorno all’altro si sono ritrovati per strada, nel vero senso della parola, senza lavoro, senza reddito, senza futuro. Ci potreste dire : “trovatevene unaltro”! Lo faremmo pure se fosse facile, se dipendesse solo dalla nostra volontà, ma conosciamo tutti quanto questo sia difficile da realizzare in tempi brevi in questo grave periodo di crisi economica, non è mai stata cosa facile trovare lavoro qua a Lecce e provincia, lo è ancor meno in questi momenti. Chi di voi non ha un figlio, un nipote, un fratello, un amico che ha e vive una situazione similare alla nostra? Noi vivevamo in maniera dignitosa, pagati con regolarità, compresi e rispettati dai gestori che ci hanno sempre trattato come figli, e per alcuni di noi questo è veramente importante perché veniamo da fuori città e viviamo soli. Lavoravamo in un posto tranquillo, pulito, con buoni principi, frequentato da gente onesta, rispettosi dei clienti e gratificati nel farlo dalla simpatia e dall’affetto di tutta quella moltitudine di amici per i quali “LE TWIN” rappresentavano una seconda casa con i suoi grandi spazi, i sui giochi la sua perseveranza ad essere sempre aperti, giorno e notte, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno, dove tutti si sentivano al sicuro, protetti, dove spesso i genitori accompagnavano con tranquillità i propri figli, quasi affidandoceli perché certi della salubrità dei costumi, in un posto che era un punto di riferimento per i “ bravi ragazzi” e diciamocelo di tutta LECCE.

Adesso non ci sono più LE TWIN, a causa della decisione scellerata di un magistrato che sta bene a casa sua, con uno stipendio da nababbo e che non sa cosa voglia dire lavorare per campare, ora noi non sappiamo come fare per mangiare, pagare l’affitto, le bollette, dare da mangiare ai nostri figli, per colpa sua. Ha sequestrato buona parte del locale per una storia di Abusivismo Edilizio che noi conosciamo bene, visto che l’abbiamo vissuta dall’interno, abbiamo smontato e rimontato i nostri gazebo già una volta 3 anni fa. Il titolare ha subito un processo per quella storia e abbiamo vinto. Siamo ripartiti cercando di rispettare tutto, i vicini, le regole, i permessi, le autorizzazioni, con il fiato sul collo dei vigili urbani, purtroppo ce li abbiamo vicini, multe ai clienti, continue visite, non è un bel vivere ma ormai ci eravamo abituati. Adesso sono ripartiti all’attacco con la collaborazione di un magistrato amico disposto a tutto per farci chiudere che si inventa una storia che non c’è e tira fuori dal cilindro un bel sequestro preventivo. Conosciamo le carte le abbiamo vissute tutti i giorni e sicuro si sa spiegare meglio il nostro titolare, lui parla bene. Sappiamo che i permessi li avevamo, sicuro ci sono stati problemi, negli ultimi tempi c’era un architetto che andava e veniva e non risolveva mai, li sentivamo spesso discutere sino a quando non sono venuti i Vigili e hanno sequestrato tutto, anche lo scivolo per i portatori di handicap e quando glielo abbiamo chiesto “adesso come entrano gli amici con le carrozzelle”?  La vigilessa ci ha risposto “prendeteli in braccio”. Adesso siamo per strada, abbiamo fatto striscioni, manifestazioni, sotto la pioggia, col sole e col freddo, siamo andati dal Sindaco, ci ha detto delle belle parole, ma noi cosa dobbiamo fare? l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro, il lavoro è un diritto, noi un lavoro lo avevamo, ce lo hanno tolto. Il Sindaco ha detto che il magistrato il Sig. Negro è una brava persona, ci avrebbe aiutato, ci siamo andati in tribunale a parlare con Lui, ci ha chiuso la porta in faccia e ha chiamato i carabinieri per dirci che non dissequestra.

Chi tutela i nostri interessi? Dove sono le istituzioni? La stampa, le televisioni? E il Prefetto al quale abbiamo chiesto di essere sentiti? E i politici? Quelli sono buoni solo per andare casa per casa a raccogliere voti per farsi i fatti loro. E la solidarietà della gente? Passano e ci guardano come se fossimo dei delinquenti. Vogliamo solo lavorare, non rubare, vogliamo tornare a lavorare. Vogliamo solo il nostro posto di lavoro. Nessuno si preoccupa di noi, di aiutarci, magari se arriviamo a San Cataldo con un barcone ci danno da mangiare, ci ospitano, e ci danno 20 o 30 € al giorno. Questa è l’Italia dell’ipocrisia e di chi non pensa ai suoi figli, di chi se ne frega di tutti e pensa solo ai propri interessi, l’Italia di chi utilizza il potere conferitogli per fare prepotenza. Questa è la Repubblica delle BANANE e B.A.N.A.N.A. abbiamo appellato il provvedimento di Sequestro che ci ha colpito. Noi rispettiamo la legge, le istituzioni, ma la legge giusta, quella fatta da gente che ha dei valori, e lo sappiamo che l’Italia non è fatta solo da questa gente, c’è tanta brava gente come voi. A voi gente onesta come noi, A voi ragazzi che credete ancora che ci sia la possibilità di aver un paese migliore. A voi commercianti che subite come noi le cattiverie quotidiane di queste persone, che ci maltrattano, ci fruttano e noi li dobbiamo campare. A voi ci rivolgiamo e chiediamo aiuto e di starci vicini, portate in giro il nostro messaggio, la nostra protesta, noi non diciamo che dobbiamo avere ragione a tutti i costi, informatevi, consultate #salviamoletwin e fatevi un’idea. Noi non abbiamo paura di fare un processo in piazza,di presentare le nostre ragioni di confrontarci, LORO SI".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner