Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 00:19

M5S, dibattito pubblico sull'impianto industriale di compostaggio

M5S, dibattito pubblico sull'impianto industriale di compostaggio

Soleto - Nella mattinata di ieri, presso il Largo Osanna del Comune di Soleto si è svolto un pubblico dibattito sull'impianto industriale di compostaggio per la produzione di biometano, previsto a Soleto, organizzato dal meetup del comune,  da tempo attivo sul territorio e con un occhio di riguardo ai temi ambientali . E proprio Serena Fiorentino, conosciuta attivista, ha introdotto il dibattito  domandando come mai un comune non in grado di portare a termine la raccolta differenziata spinta e la realizzazione di un ecocentro, si stia imbarcando nella costruzione di un impianto di compostaggio da 30.000 t/a.

Nel vivo della discussione sono intervenuti i portavoce del MoVimemto 5 stelle al Senato Daniela Donno, Carlo Martelli e Barbara Lezzi. Quest'ultima invitando cordialmente il Sindaco presente in piazza ad intervenire, ma la risposta è stata un assoluto silenzio, accompagnato dall'assenza di tutti gli amministratori soletani che hanno disertato l'invito.

Eppure, come dichiara la Senatrice Lezzi "Saremo noi cittadini a dover, eventualmente, ospitare l'impianto, e saranno i nostri soldi a dover essere impiegati, vorremo dunque confrontarci sulle motivazioni che lo spingono a favorirlo". E proprio su questo silenzio pone  l'accento anche Martelli, che dal palco rileva "Fanno una riunione dove decidono che va tutto bene e noi veniamo a saperlo quando è troppo tardi" invitando la cittadinanza a vigilare sin da ora.

"Noi vogliamo spendere denaro pubblico per un impianto sovradimensionato che attrarrà rifiuti da altre regioni?" - domanda alla platea Caterina Vitiello candidata alla regione per il M5S - "Noi proponiamo l'alternativa, che è semplice ed economica : la regione diriga gli investimenti pubblici verso la creazione di piccoli impianti aerobici, disincentivando la speculazione sui grossi impianti, pianificando e considerando la reale necessità dei territori".

Presenti anche molti ambientalisti salentini, tra cui  Alfredo Melissano del Forum Ambiente e Salute che  denuncia "Il Salento è sempre stata terra appetibile,  il problema della gestione dei rifiuti non viene affrontato e viviamo un'emergenza sanitaria ed ambientale gravissima in un contesto ambientale abbandonato e degradato".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner