Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 03:31

Area ex Massa: accordo tra Soprintendenza Regionale e Comune

Area ex Massa: accordo tra Soprintendenza Regionale e Comune

Lecce - Accordo raggiunto per l’area della ex Caserma Massa. L’intesa è stata sottoscritta questa mattina al termine di un incontro tecnico tenutosi a Bari tra il Comune di Lecce, la Direzione regionale dei beni culturali e paesaggistici della Puglia, la Soprintendenza Beni architettonici e Paesaggistici di Lecce e la Soprintendenza dei Beni archeologici della Puglia. La riunione fa seguito all’incontro dello scorso 28 ottobre a Palazzo Carafa nel corso della quale l'Amministrazione dei beni culturali aveva chiesto un progetto alternativo che garantisse una maggiore conservazione e leggibilità delle strutture relative alla chiesa di Santa Maria del Tempio. 

Ebbene, la proposta avanzata oggi - in un'ottica di rimodulazione della sistemazione del parcheggio interrato e della piazza - ha sostanzialmente recepito le indicazioni avanzate dall'Amministrazione dei beni culturali, sia in termini di conservazione dei resti della chiesa e sia per quanto riguarda l'idea di realizzare una piccola area archeologica fruibile. A tal proposito è stato stabilito, preliminarmente, di avviare un programma di conservazione e manutenzione dei resti della chiesa risalente al XV secolo.

Faranno parte integrante del progetto esecutivo che passerà al vaglio delle Amministrazioni dei Beni Culturali le seguenti prescrizioni: ampliamento della superficie trattata a verde con indicazione delle specie vegetali; definizione dei materiali di finitura con predisposizione delle idonee campionature; definizione dei punti di appoggio delle strutture delle passerelle in relazione alla compatibilità con la conservazione delle murature antiche. L'eventuale ricollocazione dei frammenti architettonici sarà invece demandata ad un successivo accordo con le Soprintendenze.

“L’intesa raggiunta oggi a Bari – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lecce, Gaetano Messuti è motivo di enorme soddisfazione e di un pizzico di orgoglio sul piano personale, ma rappresenta soprattutto  una vittoria per la città e per le Istituzioni che tanto si sono adoperate per raggiungere questo importante risultato, frutto di una grande volontà dell’Amministrazione Comunale di riuscire ad assicurare alla città un’opera importante salvaguardando al contempo la propria storia. Per questo ringrazio soprattutto il sindaco per il ruolo significativo assunto sin dal primo momento al fine di trovare una soluzione a questa difficile situazione per uscire definitivamente dall’impasse,  e gli uffici tecnici (in particolare a chi ha iniziato il procedimento e chi lo sta portando avanti egregiamente) che hanno lavorato duramente per trovare adeguati accorgimenti tecnici al progetto. Un plauso anche alla Soprintendenza regionale per l’impegno profuso nel cercare un equilibrio alle diverse esigenze per evitare che questa lunga vicenda restasse impantanata nelle aule giudiziarie. Ringrazio anche tutta la città: chi continua ad attendere pazientemente la realizzazione di questa importante opera e pure chi ha manifestato le proprie perplessità offrendo suggerimenti per migliorare il progetto. Un ringraziamento, infine, anche alla ditta De Nuzzo per la pazienza e gli sforzi compiuti per assicurare al progetto un efficace compromesso tecnico. Ora attendiamo il via libera al nuovo progetto per poter cantierizzare finalmente i lavori e rimarginare così una significativa ferita urbanistica aperta da decenni creando una cintura di collegamento tra la parte vecchia e nuova della città, valorizzando un’area che da troppi anni attende di essere riqualificata”. 

L’accordo siglato oggi a Bari di fatto pone fine al contenzioso giudiziario tra le parti in causa (ricorso al Consiglio di Stato intentato dal Ministero dei Beni Culturali e dal Comune di Lecce e ricorso al Tar avanzato dalla ditta De Nuzzo).


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner