Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 12:17

Pispico: "L’obiettivo, riconoscimento della lingua Lis"

Pispico: "L’obiettivo, riconoscimento della lingua Lis"

Lecce - Un diritto di tutti: quello di comunicare, accedere ai servizi pubblici, godere dell’istruzione scolastica. Eppure esiste un’intera comunità di persone (7mila solo in Italia) che, pur contribuendo alla crescita del Paese ed esercitando i propri doveri civili, incontra insormontabili ostacoli quotidiani. Si tratta della comunità dei sordi e sordo ciechi che, anche a Lecce, è tornata a rivendicare il riconoscimento ufficiale della lingua Lis da parte dello Stato italiano. La lingua dei segni, quella universalmente nota e fondata su una precisa grammatica, ha una dignità ufficiale in ben 44 Paesi del mondo. L’Italia, su questo fronte, registra ancora una notevole arretratezza, a dispetto delle direttive che vengono dalla stessa Comunità europea.

Come sottolineato, infatti, dal presidente provinciale dell’ente nazionale sordi, Martino D’Amico, la Convenzione Onu siglata il 3 marzo del 2009 ha riconosciuto l’impegno delle Nazioni nella tutela, promozione e divulgazione della lingua dei segni. Ma nel Bel Paese persino rivolgersi ad un ufficio pubblico per ottenere informazioni o per ricevere assistenza medica, può diventare una vera impresa, in assenza di un interprete o di uno sportello dedicato alla lingua Lis. Per non parlare di tutti gli ostacoli e delle barriere che, nel 2014, costellano l’esistenza quotidiana di migliaia di cittadini italiani. Proprio oggi una delegazione di persone con ridotta capacità uditiva ha tenuto un sit-in ai piedi della prefettura e successivamente, accompagnata dal presidente D’Amico, dal vicesindaco Carmen Tessitore e dall’esponente politico Silvia Pispico, ha incontrato le autorità prefettizie

L’esito dell’incontro è stato considerato “un ottimo inizio” da Silvia Pispico che loda l’apertura e l’interesse dimostrato dai responsabili della prefettura. “Il vice prefetto vicario, Matilde Pirrera, ci ha invitato a comunicare i vari settori in cui esistono le maggiori criticità, così da superare un difetto di informazione che può essere alla base della mancanza di molti interventi. Nel corso dell’incontro abbiamo evidenziato le problematiche più note ed urgenti: dal mancato ricorso della lingua dei segni nei telegiornali locali, agli sportelli della pubblica amministrazione che non sono adeguatamente attrezzati, fino al diritto all’istruzione che è seriamente compromesso dalla scarsità di ore scolastiche di cui usufruiscono gli assistenti della comunicazione: non si può permettere che i bambini rimangano indietro nel percorso formativo, rispetto ai loro compagni, o che i ragazzi siano limitati nella scelta dell’indirizzo di studi”. “A questo mi sento di aggiungere anche le difficoltà che si possono incontrare persino all’interno di strutture pubbliche primarie, come gli ospedali ed il Pronto soccorso: il diritto alla salute, sancito dalla Costituzione, ne esce gravemente compromesso”. “La prefettura è rimasta a disposizione per valutare tutte le problematiche all’interno della Conferenza provinciale permanente: un primo passo importante, che potrebbe conoscere anche il coinvolgimento diretto della Asl – prosegue Silvia Pispico -. Ma l’obiettivo primario rimane quello del riconoscimento della Lis da parte del governo: è questa la premessa per l’abbattimento di ogni forma di barriera comunicativa utile a semplificare la vita di migliaia di persone”. La prefettura si è impegnata, dal canto suo, ad intervenire sul governo in questa direzione, affinché venga approvato il disegno di legge per il riconoscimento della lingua. “Intanto – annuncia la Pispico – io sarò presente a Roma, al fianco delle persone audiolese, in occasione della grande manifestazione nazionale che si terrà il 20 novembre”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner