Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 04:57

Tap e Tempa Rossa, Romano e Capone incontrano De Vincenti

Tap e Tempa Rossa, Romano e Capone incontrano De Vincenti

Salento - Il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Pino Romano, insieme con l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone, hanno incontrato il viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, alla presenza di una delegazione di parlamentari pugliesi del Pd, e del coordinatore dell’Ufficio politico Pd Puglia, Ivan Scalfarotto, per portare al governo le istanze dei territori sulle questioni Tempa Rossa e Tap.

"Su Tempa Rossa - spiega Romano - abbiamo espresso le perplessità dell’amministrazione comunale riguardo alle ipotesi di una variante al Piano regolatore del porto, che apporti modifiche alla piattaforma. E abbiamo anche affrontato il tema delle ultime notizie relative ai dati sull’inquinamento esposti dall’Arpa. Il viceministro, pur informandoci che il procedimento è avviato, alla nostra insistenza ha preso formale impegno di riparlarne col governo e dare una risposta conclusiva alla Puglia".  

"Quanto alla Tap - aggiunge Romano - abbiamo discusso col viceministro la possibilità di individuare approdi differenti da quello previsto, così come chiesto dal presidente del Consiglio in occasione della Fiera del Levante.  Nel corso di un approfondimento cordiale, io e l’assessore Capone abbiamo evidenziato al viceministro di considerare il Gasdotto Tap una operazione strategica sia per l’Italia sia per l’Europa. E abbiamo esposto la volontà politica di considerare entrambe le opere di interesse strategico per la nazione e non un interesse particolare dei territori coinvolti.  

"In particolare, sulla Tap - continua il capogruppo Pd - abbiamo chiesto se è possibile che un eventuale approdo nel brindisino sia funzionale alla riconversione di uno o due gruppi della centrale Federico II da carbone a gas. E abbiamo chiesto se esiste la possibilità che l’approdo del gasdotto venga ospitato da altri territori. Pur prendendo atto delle affermazioni del viceministro De Vincenti, per le quali il procedimento di Via deve considerarsi un punto di non ritorno nell’iter procedimentale stesso, abbiamo formalmente chiesto cosa il governo Renzi intendesse quando ha chiesto una disponibilità di altri siti. E abbiamo inoltre insistito affinché il governo su questo punto esprima parole chiare e trasparenti".

"Il viceministro - conclude Romano - si è impegnato a sottoporre i nostri quesiti al governo e a dare alla Puglia, in tempi celeri, una risposta che consenta anche al Pd di affrontare la questione con una linea politica più puntuale e circostanziata". 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner