Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 03:04

Al via il progetto "La mensa che ci piace"

Al via il progetto "La mensa che ci piace"

Ruffano - “La mensa che ci piace”dai prodotti della terra agli alimenti, alla ridestinazione degli avanzi è l’oggetto del Protocollo di Intesa, sottoscritto in data 23 Settembre 2014, presso la sede dell’Istituto Comprensivo Statale Ruffano, tra l’Istituto Comprensivo Statale Ruffano, l’Amministrazione Comunale di Ruffano ed il Gestore del Servizio di Refezione Scolastica, per la Condivisione di Principi e Condotte Eco-Alimentari.

L’accordo firmato alla presenza del Sindaco di Ruffano, Carlo RUSSO, della Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Statale Ruffano, Madrilena PAPALATO, e del Presidente del Consiglio di Istituto, Antonio MITA, si propone, attraverso il Servizio di Refezione “la mensa che ci piace”, di educare a un’alimentazione sana e sostenibile per l’ambiente, arricchendosi di una valenza ulteriore, che la rende protagonista di un momento di educazione alimentare orientato al consumo consapevole, e alla pratica quotidiana di raccolta differenziata in classe con l’uso di appositi contenitori. 

“E’ nostro preciso intento – spiega il Sindaco di Ruffano - promuovere la partecipazione responsabile e consapevole al Servizio mensa degli utenti diretti e indiretti: ciò significa offrire ai genitori dei nostri studenti, tramite bonus gratuiti di accesso al Servizio, la possibilità di provare la bontà dei prodotti consumati dai propri figli. Attenzione alla qualità dei prodotti, ma anche attenzione all’aspetto sociale, attraverso la messa in atto di azioni di sostegno alimentare per persone individuate dai Servizi Sociali, sotto forma di pasti già pronti per il consumo o come materia prima”.

Sensibilità e rapporti autentici di collaborazione tra Scuola e Amministrazione sono gli aspetti sottolineati, nel quadro del Protocollo siglato, dalla Dirigente Scolastica, Madrilena Papalato, definito:  “parte di un piano ecologico annuale concordato tra l’Amministrazione e il territorio, che vede l’istruzione insegnare ai ragazzi l’importanza dei principi della sostenibilità ecologica”. Nell’ambito delle finalità educative del Servizio di Refezione vi è, infatti, quella di combattere inquinamenti e sprechi riducendo la quantità di rifiuti, ridestinando gli avanzi alimentari ad associazioni che nutrono randagi e in forma di derrate integre ai fini di solidarietà sociale attraverso i compostaggi didattici.

Il Servizio, inoltre, darà il via ad una serie di iniziative di informazione/formazione volte a sensibilizzare gli attori, e gli utenti correlati alla ristorazione scolastica, sul rapporto Salute – Ambiente, divenendo ulteriore stimolo al mercato responsabile perché punto di incontro tra enti pubblici e privati, titolari dei servizi di ristorazione collettiva e il mondo della produzione agroalimentare.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner