Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 08:12

Zara risponde all’Autorità nazionale anticorruzione

Zara risponde all’Autorità nazionale anticorruzione

Lecce - In riferimento agli articoli apparsi in questi giorni sui media, relativi alle segnalazioni fatte dall’Autorità nazionale anticorruzione al fine di appurare la corretta applicazione delle disposizioni di legge che disciplinano gli acquisti di beni e servizi da parte delle pubbliche amministrazioni, il rettore Vincenzo Zara precisa quanto segue: "l’ateneo salentino ha già fornito i dovuti chiarimenti alle richieste pervenute dall’Autorità Nazionale Anticorruzione Vigilanza Contratti Pubblici; in particolare è stato comunicato che questa Università ha, di fatto, aderito alle  convenzioni CONSIP per la fornitura di energia elettrica per 27 punti di prelievo, tecnicamente denominati POD (point of derivery), dei 29 complessivamente ad essa intestati.

Sono rimasti esclusi 2 dei citati punti complessivi relativi a quelli di prelievo e di immissione di energia elettrica nella rete, sui quali convergono n. 4 installazioni di impianti fotovoltaici per un totale complessivo di 3,2 MWp (Mega watt di picco) installati nell’area del Polo extraurbano (Centro Ecotekne).

Tali due punti di prelievo hanno consentito a questa Università condizioni particolari di spesa, sfruttando il principio di autoconsumo, a prezzi sensibilmente inferiori rispetto a quelli dei lotti Consip, essendo prelevata una quota parte dell’energia verde prodotta negli impianti insistenti nelle aree di proprietà con impianti fotovoltaici strutturati (montati sulle pensiline ombreggianti per parcheggi e sulla copertura dell’edificio che ospita il Museo dell’ambiente).

Il ricorso all’utilizzazione dell’energia prelevata dai due punti indicati ha consentito dunque un notevole risparmio quantificato, negli ultimi 14 mesi (da maggio 2013 a giugno 2014), in circa 500.000,00 € (come è stato peraltro verificato dall’Energy Manager di questa Amministrazione). Questo importo è stato determinato dal fatto che l’Ateneo ha acquistato 5,5 milioni di kWh (chilowattore) dai 27 POD, giusta convenzione Consip, pagandoli 23 centesimi di € a per ogni kWh, mentre relativamente ai 2 Pod con fornitura in autoconsumo ha acquistato 13,9 milioni di kWh, pagandoli a 18,6 centesimi di € per ogni kWh.

Si è dunque, in tal modo, ottenuto un risparmio, rispetto a quelli che sarebbero stati i costi con una fornitura complessiva dalla convenzione Consip, nella misura del 19%".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner