Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 15:01

Studente Part Time, possibile anche per gli anni successivi al 1°

Studente Part Time, possibile anche per gli anni successivi al 1°

Lecce - Si sono conclusi i lavori della commissione istituita a luglio dal Senato Accademico, su richiesta dell’ associazione Link Lecce - Coordinamento Universitario per discutere le proposte migliorative della figura dello studente part time.

Tale figura è stata prevista nella nostra Università nel 2011 e garantisce la possibilità di concordare il tempo massimo per laurearsi in corso. In questo modo si permette agli studenti che non possono dedicare tutto il tempo allo studio, perché per esempio lavoratori, di non uscire fuori corso, evitando così di pagare i contributi aggiuntivi previsti dal sistema di tassazione.

"Abbiamo chiesto l’istituzione della commissione in Senato Accademico per discutere alcune criticità: attualmente, infatti, è possibile iscriversi come studente part time solo all’atto dell’immatricolazione ma ciò non è permesso agli studenti che frequentano anni successivi al primo o fuori corso. La commissione ha approvato la nostra proposta di estendere anche agli studenti di anni successivi al primo la possibilità di iscriversi come part time, ma non è ancora previsto per gli studenti fuori corso".

"Siamo soddisfatti dell’estensione di tale figura anche agli anni successivi, ma non ci sorprende come la commissione abbia rigettato la nostra richiesta di estenderlo anche ai fuori corso. Infatti, ormai da anni si sta consumando un vero e proprio accanimento nei confronti degli studenti fuori corso, costretti a pagare delle tasse più salate, perché avvertiti come un “peso” per l’Università nella distribuzione dell’FFO - dichiara in una nota Link Lecce – Coordinamento Universitario.

Non si tiene conto di come spesso a portare lo studente fuori corso siano proprio problemi strutturali degli ordinamenti, come difetti organici alla stessa didattica (cattiva distribuzione degli appelli nel corso dell’anno accademico, assenza di strumenti quali tutorati o corsi di integrazione della didattica) oppure particolari condizioni economiche che portano gli studenti a lavorare per mantenersi agli studi. Pertanto, non riteniamo giusto che questi studenti vedano aggravata la loro condizione da una tassazione maggiore e chiediamo che il Senato Accademico del 12 maggio, in cui si discuterà ed approverà il nuovo regolamento, deliberi di estendere la figura dello studente part time anche ai fuori corso".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner