Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 13:17

M5S: "Chirurgia vascolare, quando finirà l’attesa?"

M5S: "Chirurgia vascolare, quando finirà l’attesa?"

Lecce - "Ogni settimana almeno venti persone si recano al Pronto soccorso dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce con problemi di chirurgia vascolare. La maggior parte dei problemi vascolari é legata a problematiche acute o riacutizzate che necessitano di intervento chirurgico, come ad esempio le trombo embolie acute degli arti inferiori o la temibile rottura di aneurismi addominali". Dichiara in una nota stampa il Meet up "Salentini Uniti con Beppe Grillo" .

"In questi casi agli operatori del pronto soccorso di Lecce, dopo aver fatto diagnosi, non resta che trasportare il malato negli ospedali dotati di chirurgia vascolare più vicini, ossia Brindisi e Tricase, dove tra l’altro vengono anche trasportati, con gli ovvi disagi e perdita di tempo, dei malati già ricoverati in ospedale per altri motivi, che presentano problemi di tipo vascolare periferico. E’ fondamentale evidenziare che un aneurisma dell'aorta addominale rotto, se non  trattato tempestivamente, causerà la morte nel giro di poche ore! Mentre, nel caso di un’embolia arteriosa di un vaso periferico con ischemia acuta, non potendo intervenire in loco, non resta altro che rivolgersi alla più vicina chirurgia vascolare… sperando di fare in tempo a salvare l'arto".

"E’ palese, dunque, quanto sia importante poter avere una unità operativa di chirurgia vascolare al Vito Fazzi in quanto consentirebbe di aumentare la possibilità di sopravvivenza di numerosi pazienti. Fa rabbia pensare che fino all’anno 2003, anno in cui fu chiusa la “Chirurgia d'urgenza” a causa del riordino ospedaliero voluto da Fitto, gli aneurismi rotti, vera emergenza chirurgica, venivano puntualmente trattati con una sopravvivenza immediata del 80-90%, grazie alla sinergia tra l'equipe chirurgica e la rianimazione, che riusciva a trattare tempestivamente ed efficacemente questi malati critici. Visto che la gran parte di quei chirurghi è ancora in servizio nell'unità di chirurgia generale, perché non vengono utilizzati per risolvere queste problematiche? Perché non viene attivata la chirurgia vascolare in un ospedale, che vanta chirurgie specialistiche come la neurochirurgia, la cardiochirurgia e la chirurgia toracica? Il Meet up “Salentini Uniti con Beppe Grillo” di Lecce chiede, pertanto, che siano avviate quanto prima le procedure per l’attivazione una unità operativa di chirurgia vascolare presso l’ospedale Vito Fazzi".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner