Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 10:09

Vertice Omfesa al Mise, le dichiarazioni di Giannetto e Fioretti

Vertice Omfesa al Mise, le dichiarazioni di Giannetto e Fioretti

Italia - Si è concluso con un "nulla di fatto" l'ennesimo tavolo ministeriale convocato a Roma per discutere la vertenza Omfesa. "Siamo molto delusi - commentano Salvatore Giannetto, segretario generale Uil Lecce e Piero Fioretti, segretario Uilm Lecce - per l'inspiegabile assenza del curatore fallimentare dell'azienda, il quale avrebbe dovuto illustrarci la situazione dello stabilimento di Trepuzzi e le prospettive della procedura concorsuale. I lavoratori hanno solo altri dieci mesi di mobilità prima di essere licenziati, quindi auspichiamo che in questo tempo si giunga ad una soluzione che possa garantire loro un futuro. Non ci resta che operare un’ennesima pressione su Trenitalia in occasione del prossimo tavolo ministeriale, al fine di capire quali siano le sue reali intenzioni e nel frattempo cercare di rendere gli investimenti convenienti per attrarre nuovi soggetti imprenditoriali".

Di seguito il verbale dell'incontro:

L'incontro è stato coordinato dal dottor Castano e si è svolto alla presenza dell'onorevole Teresa Bellanova, dell'assessore regionale allo Svilippo Economico Loredana Capone, del sindaco di Trepuzzi Cosimo Valzano, le organizzazioni sindacali territoriali Cgil, Cisl e Uil e le rappresentanze dei lavoratori. I presenti hanno stigmatizzato l'assenza del curatore fallimentare che avrebbe dovuto riferire in modo adeguato sulle prospettive della procedura concorsuale di Omfesa. Hanno quindi auspicato che nei prossimi appuntamenti possa garantire la sua necessaria presenza. Inoltre, è stata valutata negativamente la scelta di Trenitalia di rottamare una parte consistente del materiale ancora presente nello stabilimento, pregiudicando in tal modo la sostenibilità economica di un possibile investimento che avrebbe potuto consentire il riavvio (se pur parziale) delle attività e quindi un primo recupero occupazionale. Alla luce di questi fatti, il Mise ha concordato di contattare nuovamente i responsabili della società Assifer, che già avevano positivamente accolto l'invito a verificare la possibile ripresa di attività in Omfesa, al fine di sensibilizzarli ad intraprendere nuovi contatti con Trenitalia ed altri potenziali clienti e conseguentemente recuperare volumi di attività necessari alla riapertura dell'attività in Omfesa.
Il Mise e la Regione Puglia hanno assicurato di operare attivamente ed in modo rapido insieme ai rappresentanti di Assifer per verificare possibili e positivi sviluppi della ripresa produttiva intervenendo anche presso Trenitalia ed altri operatori, sensibilizzandoli al valore sociale ed economico che riveste la ripresa lavorativa in Omfesa, un'azienda che opera in un territorio particolarmente colpito dalla crisi occupazionale.
Il tavolo di confronto sarà convocato all'esito delle verifiche sopra richiamate e comunque entro il corrente mese di aprile.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner