Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 24 ottobre 2017 - Ore 13:32

Attivisti M5S: "Auguriamo a Minervini una pronta guarigione"

Attivisti M5S: "Auguriamo a Minervini una pronta guarigione"

Lecce - E' bufera sul post pubblicato da alcuni attivisti del M5S sui social network. Il post in questione, riguarda l'assessore regionale alla Partecipazione ed alla Trasparenza Guglielmo Minervini, il cui volto appare in una scheda, come quelle usate nel programma televisivo "Chi l'ha visto?", in cui si segnala il 20% di assenze in Consiglio regionale.

L'assessore, qualche tempo fa, aveva confessato proprio sul social network Facebook di essere malato: "C’è una ripresa della malattia. Violando il pudore che caratterizza il nostro linguaggio dico che sto lottando contro il cancro. L’ennesima sfida della mia vita, cui mi accosto con tutta l’energia e la voglia di farcela".

Alle accuse, l'assessore ha replicato con un nuovo post sul suo profilo Facebook in cui scrive: "Silenzio. Oggi solo silenzio. E un pensiero. E' molto più volgare l'insensibilità che il linguaggio. Questo degrada la politica molto più di quanto possa offendere una persona. Grazie per l'affetto e la stima. Ps: Per piacere non replicate con l'insulto. E' questa la trappola: stimolare il basso ventre. Invece, lo stile è la forma dei migliori pensieri".

Dopo le accuse rivolte all’assessore, sono arrivate le scuse da parte degli attivisti del M5S Lecce:

"Auguriamo a Minervini una totale e pronta guarigione. La nostra solidarietà e la vicinanza umana e morale per chi combatte una malattia (di cui non eravamo a conoscenza) dalla quale troppi sono affetti in Puglia, sono indiscusse.
Pur porgendo le nostre scuse all'assessore, non possiamo esimerci dal valutare come bassa e mediocre la strumentalizzazione della notizia ad opera del Presidente Vendola, che si appresta a commentare ( "L'ho visto lavorare anche nei giorni del dolore e della malattia. L'ho visto trasformare una stanza d'ospedale in una succursale della Regione. Non c'è professionista della diffamazione o burocrate del fango che possa sporcare una persona così pulita" ) ma che mai, finora, ha risposto alle insistenti domande che il territorio gli ha posto.
Gli sono state poste le seguenti questioni:
1. Il 27 dicembre l'assessore Minervini, su delega di Vendola, ha avviato un percorso partecipativo postumo sulla localizzazione dell'approdo per il TAP. Percorso bruscamente interrotto malgrado il manager TAP, Russo, sia spesso avvistato nei palazzi di Montecitorio.
2. Responsabilità sulla scelta di una nuova discarica sulla falda acquifera di Corigliano.
3. Numerose concessioni di autorizzazioni per nuove discariche su terreni di proprietà del gruppo Marcegaglia.
Ci auguriamo che anche questa istanza venga ripresa dai media e che Vendola, con la stessa solerzia, risponda puntualmente come ha fatto per una notizia risalente all'11 febbraio scorso, con i dati d'assenza ampiamente riportati da vari giornali. Dove erano tutti coloro che oggi si stracciano le vesti e che allora hanno taciuto? Non vorremmo pensare che si utilizzi il pietismo a scopi propagandistici pre-elettorali".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner