Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 24 agosto 2017 - Ore 01:30

Quintana: "Il punto nascita dell’ospedale di Gallipoli è un punto morto"

Quintana: "Il punto nascita dell’ospedale di Gallipoli è un punto morto"

Gallipoli - Torna in campo la polemica sul punto nascita dell’ospedale di Gallipoli Sacro Cuore di Gesù. “Le infruttuose promesse di Regione Puglia e Comune di Gallipoli – dichiara Sandro Quintana, presidente del movimento Italia Destati – isolano il nosocomio dell’area jonica-salentina. Sul reparto di Ostetricia si gioca alla roulette russa tra parole al vento ed incontri pubblici che, alla luce dei fatti, sembrerebbero solo espressioni ed appuntamenti caricaturali.

L’assessore regionale alla Sanità, Elena Gentile, con il suo infaticabile seguito di partito, dimentica le sorti dell’ospedale di Gallipoli nel tour tra Copertino e Galatina avvenuto nei giorni scorsi. La sua mancata sosta nell’ospedale di Gallipoli farebbe pensare ad un girone dell’inferno per le speranze di tante gestanti del sud Salento alle quali, in futuro, non verrebbero garantiti i servizi sanitari. Per la giunta regionale, infatti, non ci sarebbe nessuna utilità nel mantenere in vita dei reparti deboli. E Ostetricia dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù non vanta, sul piano dei numeri e delle statistiche, mille parti all’anno. Quindi per la Regione Puglia sarebbe bene tagliare il “cordone ombelicale” con Gallipoli. Ma a questo punto a cosa sono servite le promesse del vice sindaco del Comune di Gallipoli, Antonella Greco, quando in un’assemblea pubblica prometteva l’impegno di salvare il reparto di Ostetricia dalla chiusura? Le rassicurazioni della Greco hanno le gambe corte perché le sue “bugie” politiche oggi sono chiare ed evidenti a tutti. La politica regionale e locale dovrebbe “rompere le acque”sul fronte reparto Ostetricia dell’area jonica-salentia. Dovrebbe assumersi le proprie responsabilità. In particolare, gli esponenti di Pd e Sel dovrebbero fare un mea culpa sull’inesistente peso politico nei confronti della Regione di Vendola. L’amministrazione comunale di Gallipoli di centro-sinistra, invece, accampa promesse per farsi scudo del proprio fallimento. Entrambi, Regione Puglia e Comune di Gallipoli, si sbizzarriscono in promesse-slogan. Un po’ come il polo d’eccellenza tanto sponsorizzato per il reparto di Ortopedia del nosocomio della Città Bella. Parlano di eccellenza, ma le professionalità eccellenti poi le trasferiscono altrove. I cittadini – conclude Quintana – non possono collezionare un nuovo punto di non ritorno sul piano di rientro ospedaliero per i punti nascita e per altri reparti.”


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner