Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 04:14

Capone: "Il sindaco sciolga senza indugio il nodo dell’avviso bonario"

Capone: "Il sindaco sciolga senza indugio il nodo dell’avviso bonario"

Lecce - "Il sindaco sciolga senza indugio il nodo dell’avviso bonario. I cittadini non possono più continuare a pagare lo scotto degli indebitamenti comunali" - sono queste le parole della consigliera comunale Loredana Capone - "Il Codice della Strada parla chiaro: se la sosta si protrae oltre l’orario per cui è stata pagata la tariffa dovuta, si applicherà la disposizione sanzionatoria prevista dalla disciplina della sosta ovvero, quella prevista dal regolamento comunale".
 
Sono quindi i Comuni, secondo i commi 1 e 15 dell’articolo 7 del Codice della Strada, ad occuparsi dell’individuazione degli spazi da adibire ad aree di parcheggio a pagamento e della conseguente regolamentazione della sosta tariffata.
 
Piuttosto che giocare allo scarica barile, quindi, il Comune di Lecce faccia ciò che è di sua competenza: preservare i diritti dei cittadini, non tentare di arginare gli errori amministrativi vessandoli con sanzioni che li ledono inutilmente.
 
Se un automobilista lascia la sua macchina sulle strisce blu oltre l’orario pagato, non può incorrere in una multa per divieto di sosta. Una sosta vietata non può essere, infatti, in alcun modo paragonata a quella che, di fatto, è una semplice inadempienza contrattuale.
Come ha detto in Parlamento il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Umberto Del Basso De Caro, se il grattino è scaduto, il cittadino dovrà saldare il dovuto per l’orario scoperto. Ma tutto qui.
 
Quella dei grattini scaduti è una battaglia che il centrosinistra porta ormai avanti da anni imbattendosi, però, nelle solite riserve di una maggioranza impegnata a fare cassa piuttosto che a risolvere le proprie inadempienze. Ma nel 2013 Palazzo Carafa ha incassato, da multe per ticket scaduti, 360mila euro e questo, probabilmente, è il solo numero cui oggi guarda con interesse il sindaco e la sua compagine politica. Ci sono altri numeri che il primo cittadino dovrebbe, invece, tenere a mente e sono quelli che raccontano di una città che si affanna sui trasporti, che per larga parte del suo centro ha solo strisce blu senza alcun rispetto per la normativa vigente. Ma questo, caro sindaco, non può venire a scapito dei cittadini".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner