Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 11:48

Quintana: "I farisei della politica si sperticano in attacchi banali"

Quintana: "I farisei della politica si sperticano in attacchi banali"

Gallipoli - Si fa presto a chiamarlo Consiglio comunale quello che si è svolto lo scorso 22 marzo a Gallipoli. Incalzano le polemiche e gli attacchi. “Nei Consigli comunali di Gallipoli, compreso l’ultimo – dichiara Sandro Quintana, presidente del movimento Italia Destati – la politica spesso ha mostrato il suo “volto buono”. Ma è una politica che si presenta solo formalmente a posto in quanto ha programmi ben lontani dalla realtà e dal bene comune e soprattutto denota un vuoto di responsabilità. Accade infatti che, in nome di una concertazione di presunti interessi privati, si pretenda di avere anche l’ultima parola buona su ciò che è di pessimo gusto, di pessimo valore sociale e morale.

Accade che, davanti ad ogni critica o contestazione dialettica che Italia Destati muove, si risponda con stucchevole monotonia come fa il sindaco Francesco Errico quando inserisce l’unico disco che conosce, ormai vecchio e consunto, della “polemica strumentale”. Il primo cittadino si lancia in una sperticata arringa a difesa dell’opposizione fumosa – del consigliere Salvatore Di Mattina e del consigliere comuanale di PPDT Cosimo Chianella - che altro non è che “maggioranza allargata”. Errico parla infatti della minoranza come “un organo propositivo che contribuisce a designare e programmare il futuro della città” ed è vero. Il sindaco, però, rifiuta di ammettere e ancor prima di pensare che per programmare non si può essere farisei. Perché a Gallipoli si programma solo per pochi a danno della cittadinanza. Il futuro della città – continua Quintana – lo hanno sempre svenduto sul tavolo della politica opportunistica. Che se ne vadano a casa quindi. Con la loro idea e modo di amministrare producono solo un senso di rigetto della politica da parte della gente. Se non si ha un santo in paradiso, tutto si ferma. Certa politica però trova sempre la strada per permettere di proseguire affinchè si passi da questo o da quell’ufficio o studio tecnico.

Anche il coordinatore cittadino della Puglia Prima di Tutto, Giovanni De Marini, ha a cuore la politica ed il suo ruolo politico tanto che da indossare anche i panni dell’avvocato difensore di Cosimo Chianella che non solo si defila dalle polemiche, ma si è defilato anche dal voto in Consiglio comunale sul piano di zonizzazione acustica uscendo fuori dall’aula. Perché? Questo De Marini se ne guarda bene dal ricordarlo. A Gallipoli, in Consiglio comunale, cambiano i consiglieri ma aumenterebbero i conflitti d’interesse. De Marini se mi “invita a discutere del merito dei problemi” dovrebbe anche esporre il problema. Spiegare a tutti, e non solo a me, il perché il consigliere Chianella non ha votato sul piano di zonizzazione. Lo chiedo al coordinatore cittadino della Puglia Prima di Tutto che “non sa cosa opporre” alle mie critiche. Ecco, che cominciasse da questo affinchè non diventi un suo “sproloquio” troppo indigesto per i cittadini di Gallipoli. De Marini si dovrebbe misurare con la realtà, non trincerarsi dietro frasi che sanno di opportunismo come quando dichiara che “intendere il modo di fare politica in maniera difforme e varia è arricchimento della democrazia”. La politica non può essere difforme da elementi chiave: serietà, responsabilità, ascolto dei cittadini, coerenza, concretezza. E non può neanche essere varia perché la politica ha un unico valore: la trasparenza per il bene comune. Cos’è per il coordinatore cittadino della Puglia Prima di Tutto il bene comune per Gallipoli? Se è quello che tutti possano fare quello che vogliono senza regole e con inciuci allora dovrebbe dirlo pubblicamente. “E’ chiaro che la vita è bella perché è varia” solo per De Marini e per quelli come lui, chiaramente.”


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner