Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 13:56

Quintana: "Si guardi all’ex Ceduc per salvare il Nautico"

Quintana: "Si guardi all’ex Ceduc per salvare il Nautico"

Gallipoli - Per la questione dell’istituto Nautico di Gallipoli siamo al momento del dunque. “Il sindaco Francesco Errico – dichiara Sandro Quintana, presidente del movimento Italia Destati – fa copia ed incolla della richiesta avanzata giorni addietro da Gallipoli 2012 sul tema istituto Nautico.

Il primo cittadino, dopo la segnalazione del gruppo di opposizione, scrive al premier Matteo Renzi per avere un aiuto e quindi risorse per salvare l’ex istituto Nautico. Un atto dovuto il suo. Un atto necessario, quanto normale e formale in attesa che diventi sostanziale. Ma l’azione politica del sindaco Errico langue nel “copia ed incolla”. Langue anche nell’attesa che Roma sblocchi le risorse per l’edilizia scolastica. Tutto qui l’impegno del primo cittadino? Certo, non si può perdere il treno dell’opportunità offerta dal Governo Renzi sull’emergenza scuole da riqualificare, ma neanche stare fermi in attesa che quel treno passi. Ha mai fatto un giro il sindaco Errico nella sua città? Ha mai visto quanti edifici potrebbero essere riconvertiti per accogliere studenti, docenti e personale dell’istituto Nautico?  Ebbene, dopo la  proposta di Italia Destati di usare l’ex sede distaccata del Tribunale e quindi anche gli uffici del Giudice di pace – uffici che adesso non chiuderanno per un decreto del ministero della Giustizia – noi avanziamo un’altra proposta. Guardare all’ex Ceduc, l’immobile di lungomare Galilei, in disuso e non valorizzato.

Anzi, oggetto di progetti in passato mai realizzati. L’amministrazione comunale di Gallipoli non dovrebbe guardare l’orizzonte, ma agire politicamente per risolvere il problema Nautico. Perché spetta alla politica occuparsi della città, offrire proposte, soluzioni. Il sindaco Errico, invece, aspetta gli altri dopo un copia ed incolla di proposte che avrebbero dovuto giungere da lui. Non si può essere fanalino di coda e in politica non si può delegare, ma impegnarsi in prima persona per risolvere le criticità e poi chiedere anche il sostegno al Governo”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner