Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 15:04

Gli altri utenti stanno guardando:

International Open Data Day- Italia 2014 all’Open Space

International Open Data Day- Italia 2014 all’Open Space

Lecce - Sabato 22 febbraio, all’Open Space di Palazzo Carafa, dalle ore 12 alle ore 13, si terrà il collegamento con l‘Archivio Centrale dello Stato di Roma, che funge da Hub dell’“International Open Data Day- Italia 2014”.
Nel corso dell’intervento leccese, che vedrà la partecipazione di Alessandro Delli Noci, assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Lecce, verranno presentati i primi dati relativi alle richieste di dataset da rendere “open”.

Durante la sessione pomeridiana, trasmessa in diretta streaming su http://opendataday.it/live/ dalle 14.30 alle 15.30 direttamente da Roma, interverrà Giulia Antonucci di Puglia Smart Lab, Living Lab del Dhitech Scarl, per illustrare la metodologia utilizzata per tradurre i dati in informazioni utili alla cittadinanza. Dati richiesti dai cittadini stessi, ma anche dalle imprese e dagli enti e che passeranno per i nuovi mezzi di comunicazione perché “Open Data” è innovazione.

Sarà strettissima, quindi, la connessione con i social network, che avranno un ruolo di primo piano grazie alla creazione degli hashtag specifici che indicizzeranno le richieste e che collegheranno in rete gli attori partecipanti (istituzioni, enti, aziende, cittadini, e vai discorrendo).

Partecipare è semplice: basta collegarsi a Twitter e utilizzare gli hashtag #opendatalecce, #chedativuoi e #ODDIT14. Quest’ultimo, è l’hashtag lanciato da International Open Data Day- Italia 2014.
I dati richiesti toccheranno numerosi settori come trasporti, dati geografici, cultura, ambiente, tempo, statistiche, scienze e finanza e che in altre città grazie al già realizzato primo Open Data sono già stati resi noti e accessibili a tutti e riutilizzabili senza limitazioni di copyright. Basta pensarci un attimo e un’infinita richiesta di dati può venire in mente a chiunque abbia sete di conoscenza specifica e sempre utile per la comprensione di alcuni settori della vita pubblica e privata quotidiana.
Il fine dell’iniziativa è la trasparenza dei dati prodotti nei vari livelli amministrativi, la creazione di imprese e servizi che generano nuove opportunità e l’aumento della partecipazione del cittadino che verrà quindi coinvolto nel processo decisionale di governance.
L’appuntamento è uno dei vari tasselli per la “costruzione” di Lecce Smart City e la progettazione della città di Lecce candidata come Capitale Europea della Cultura 2019.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner