Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 20:24

Quintana sulla chiusura del reparto di Ostetricia di Gallipoli

Quintana sulla chiusura del reparto di Ostetricia di Gallipoli

Gallipoli - Le promesse disattese. Gli annunci in pompa magna e poi l’inconsistenza di quelle stesse parole per una manciata di applausi o per un pugno di voti. Tutto a danno dei cittadini. Chiude il reparto di Ostetricia nell’ospedale Sacro Cuore di Gesù a Gallipoli e si ridimensiona anche il diritto alla salute. “Gallipoli sembra essere la corsia preferenziale per taluni politici che non solo hanno aspettato, mesi fa, l’apertura del reparto di Rianimazione del nosocomio gallipolino – dichiara Sandro Quintana, presidente del movimento Italia Destati – per sbandierare il potenziamento di quello di Ostetricia, ma ben consapevoli della sua chiusura hanno addirittura atteso passivamente la mutilazione del servizio sanitario dal territorio. Assistiamo ad uno sciacallaggio inaudito sempre a danno dei cittadini. Con una delibera regionale datata 27 dicembre 2012 si metteva fine al reparto di Ostetricia. Eppure, nessuno dei nostri consiglieri regionali si è preoccupato di rigettare l’emendamento. Hanno fatto orecchie da mercante. Si è trattato di una vera e propria operazione politica che ha spinto verso l’agonia il diritto alla salute e massacrato un’area come quella di Gallipoli pronta ad accogliere le richieste di gestanti non solo della città, ma anche quelle dei comuni limitrofi. Perché – conclude Quintana – quella delibera non è stata cambiata? Il letargo dei nostri consiglieri regionali, ben accomodati sulle loro poltrone, non li desta neanche di fronte alle problematiche dei cittadini e di un territorio che ha bisogno di aiuto e non di essere aiutato a cadere nel baratro. Perché hanno taciuto sino ad oggi e peggio raccontato menzogne alla prima occasione buona? La mala politica, e quella che ha decretato la chiusura di Ostetricia all’ospedale Sacro Cuore di Gesù, conosce solo il numero dei voti e non il numero di pazienti che chiedono di essere assistiti nel proprio territorio. Così come il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, in qualità di primo cittadino avrebbe dovuto sapere cosa succedeva a casa sua, nella sua città, intervenire e battere i pugni per fermare un’azione irresponsabile. Non si può restare incantati alle bugie spalmate su un tappeto rosso steso il giorno dell’inaugurazione del reparto di Rianimazione del nosocomio di Gallipoli dove tutti, Vendola compreso, raccontavano la favola del potenziamento di Ostetricia. Quei consiglieri regionali, in bella mostra ed a favore di telecamere, quel giorno, avrebbero dovuto raccontare la verità. Ora deve esserci una presa di coscienza precisa da parte di tutta la politica e di tutta la cittadinanza affinchè l’ospedale di Gallipoli non diventi solo un vecchio ricordo e non faccia la fine di quello di Nardò.”


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner