Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 12:57

Vandali imbrattano la sede del Partito Democratico di Lecce

Vandali imbrattano la sede del Partito Democratico di Lecce

Lecce - Atto vandalico contro la sede della federazione provinciale del Pd di Lecce, in via Tasso. Ignoti, armati di bombolette e vernice bianca, hanno imbrattato nel corso della notte, la vetrata della sede con scritte come: "No Tav, no Tap", "Compagni liberi" ed "Ecoterroristi".

Tra le prime reazioni, quella del consigliere regionale, Sergio Blasi: "Esprimo solidarietà al segretario provinciale e a tutti gli iscritti del Pd salentino per gli atti vandalici che hanno colpito la sede provinciale. Qualunque atto pseudo-politico che prevede l’offesa violenta dei simboli della democrazia, come la sede di un partito, non può che essere rubricato a barbarie. Chi ha compiuto questi gesti sappia che ha scatenato la sua rabbia contro una forza politica che in questo territorio si è battuta per il rispetto della natura, per lo sviluppo sostenibile, per la cultura come possibilità di sviluppo. E che neanche davanti a tanta stupidità, rinuncerà a percorrere la faticosa strada del dialogo e della costruzione collettiva delle soluzioni ai problemi".

Il segretario provinciale del Pd, Salvatore Piconese, ha dichiarato: "E' un fatto grave che colpisce brutalmente la sede di un partito, ma che al contempo colpisce drammaticamente una comunità politica che ha sempre dimostrato grande senso di responsabilità verso le istituzioni democratiche e repubblicane, affrontando con impegno e coraggio qualsiasi questione, anche la più complessa e difficile, emersa dall'odierna fase di crisi economica e sociale. Qualsiasi tentativo violento, squadrista e intimidatorio non scoraggerà l'impegno e la passione quotidiana dei militanti, dei dirigenti e degli eletti del Partito Democratico, anzi l'intero corpo del partito continuerà il lavoro politico sui territori e nelle istituzioni con la stessa determinazione e con la stessa forza dimostrata, sempre, in questi ultimi anni".

"Un atto gravissimo e ingiustificabile che sconcerta e preoccupa".
A caldo, è stata la reazione immediata dei deputati Teresa Bellanova e Salvatore Capone nell’apprendere degli atti di vandalismo contro la sede del Pd di Lecce, dove peraltro la parlamentare ha la sua segreteria. Atti che fanno il paio con quelli già accaduti, nei giorni scorsi, contro altre sedi del Pd in Piemonte.

“Catapultare su questioni delicate”, prosegue Salvatore Capone, “l’ombra di un ecoterrorismo, significa farneticare ed innescare una spirale pericolosa che, ce lo insegnano gli anni più bui del nostro paese prima e dopo l’omicidio Moro, è funzionale a ben altro che affrontare o risolvere democraticamente le questioni, anche quelle più complicate. Attentare ad una sede politica, fosse pure con scritte offensive e vernice, e alla sede del Pd soprattutto, significa offendere un luogo della democrazia di questo paese e dell’azione politica. Un luogo dove peraltro le persone hanno volti e nomi, non agiscono nell’ombra, non si nascondono”.

“Quando al confronto democratico si sostituiscono atti di vandalismo di questa natura, che ci fanno pensare inevitabilmente a una precisa e dolorosa storia, la reazione non può che essere di allarme”, sottolinea Teresa Bellanova. “Mi auguro perciò che la magistratura possa arrivare in tempi brevi ad individuare le responsabilità di un atto che, ripeto, è gravissimo, sintomo di un clima che va in tutti i modi contrastato. In politica è il confronto, soprattutto su temi complessi e di semplice non soluzione, a garantire tutte le posizioni, perseguendo soluzioni condivise. Anche nei momenti più difficile, ho sempre saputo che il dialogo va difeso e perseguito strenuamente, e mi auguro che questo sia l’obiettivo di tutti, senza pericolose fughe in avanti, e tentativo di rendere torbide le acque. Nel nome della democrazia, e di un’idea di cittadinanza partecipata e attiva. Politica".


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner