Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 23 novembre 2017 - Ore 03:03

Fratelli d'Italia ricorda i martiri delle foibe

Fratelli d'Italia ricorda i martiri delle foibe

Copertino - Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale ricorda i martiri delle foibe:

"Con la legge 92 del 30 Marzo 2004 è stato istituito il 10 Febbraio come "Giorno del ricordo" delle vittime delle Foibe e dell'Esodo delle popolazioni Giuliano – Dalmata, e da allora, quello che doveva essere un giorno di memoria condivisa su una pagina terribile della storia italiana, si è trasformato in un pretesto per alimentare tentativi di revisionismo e stupide polemiche. La realtà storica della vicenda delle Foibe, ad oltre 60 anni di distanza dagli avvenimenti, risulta ancora scomoda a qualcuno che, ancora legato ad un passato ideologico, non vuole ammettere le colpe e gli odiosi crimini di cui i partigiani di Tito, aiutati dalla formazioni partigiane del Partito Comunista Italiano (PCI), si macchiarono in quei giorni d'odio e di vera e propria "caccia all'italiano".

Il "problema storico" delle Foibe deriva dal fatto che nel nord-est le formazioni combattenti del Partito Comunista Italiano si misero ai comandi dei partigiani sloveni di Tito, e dunque, per un partito che mirava all'egemonia politica in Italia e poteva vantare una determinante partecipazione alla guerra di resistenza, ammettere delle responsabilità in quei terribili crimini era decisamente sconveniente. Per questo nel dopoguerra non vi fu spazio per un argomento che doveva essere assolutamente taciuto, e nonostante l'esodo di decine di migliaia di Giuliano-Dalmati che si riversarono in varie città italiane, di quella pagina di storia restò memoria solo nelle vittime.

Fino agli novanta, data l'egemonia culturale della sinistra comunista e post comunista, la tragedia di decine di migliaia di vittime ed esuli non trovò spazio nei libri di scuola, sulla stampa, nella televisione e nel dibattito politico. Ancora oggi, sebbene siano stati fatti grandi passi avanti nel far conoscere la verità su quei terribili eventi e lo Stato abbia stabilito il 10 Febbraio come "Giorno del ricordo", la questione delle Foibe resta parzialmente sconosciuta e si verificano numerosi tentativi di revisionismo storico.

I revisionisti, oltre a cercare di sminuire la portata di quella tragedia sostenendo che il numero di vittime sia stimabile in poche centinaia, vorrebbero far valere una sorta di teoria giustificazionista affermando che quella di Tito fu una vendetta perpetrata solamente ai danni dei fascisti. Nulla di più falso!

Quella del maresciallo Tito non fu affatto una vendetta verso i membri del Partito Nazionale Fascista (che non avrebbero comunque meritato un esecuzione senza processo e addirittura a guerra finita) ma fu una vera e propria pulizia etnica nei confronti degli Italiani poiché era nelle sue intenzioni impadronirsi di quelle terre col benestare del PCI. Tra gli infoibati vi furono infatti civili, donne, bambini, preti, membri del CLN di ispirazione diversa da quella comunista, e anticomunisti italiani e sloveni e croati.

LUNEDÌ 10 FEBBRAIO 2014 alle ore 23.45 anche RAI 1 ricorda questa immane tragedia italiana con la messa in onda di "MAGAZZINO 18" con Simone Cristicchi

Fratelli d’Italia si batterà sempre contro ogni tentativo di negazionismo storico verso la tragedia delle Foibe e sarà sempre pronta a cercare la verità, anche se questa sarà scomoda per qualcuno, anche se questa sarà in fondo ad una cavità carsica!

Io Ricordo. E tu?"


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner