Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 12:17

Ecofesta Puglia risponde punto per punto all’Unpli

Ecofesta Puglia risponde punto per punto all’Unpli

Lecce - Ecofesta Puglia risponde punto per punto all’Unpli:

"Ci pare doveroso controreplicare al Comitato Unpli Lecce che dice, nella nota diffusa nella giornata di ieri, alcune cose inesatte.
Innanzitutto, l’Unpli cambia le carte in tavola parlando della creazione di un generico “Calendario Unificato degli eventi Pro Loco” quando, invece, nella convenzione firmata il 27 gennaio scorso si fa esplicito riferimento alla realizzazione del “Primo Calendario Unificato delle Sagre a Rifiuti Zero in Provincia di Lecce”, che tanto assomiglia a quello che noi già da anni diffondiamo con tutti gli eventi che si fregiano della nostra certificazione.
In secondo luogo, l’Unpli dice che ci avrebbero coinvolti in un successivo momento in forza della convenzione firmata con noi. Ma perché se c’era questa intenzione non ci hanno invitati né ai tavoli tecnici né tantomeno alla conferenza stampa ufficiale? Perché, se come dicono avremmo dovuto essere parte del progetto, abbiamo saputo dell’intesa dai giornali? È un comportamento corretto da tenersi fra partner? Della collaborazione con Ecofesta Puglia non si fa cenno da nessuna parte sulla convenzione con la Provincia e, fino a prova contraria, come si dice, “carta canta”.
Inoltre, come sanno bene tutti i circa 70 organizzatori che hanno fatto richiesta della nostra certificazione dal 2011 ad oggi, i servizi che offriamo non intervengono affatto nella fase finale dell’evento ma sono mirati a rivoluzionare l’evento stesso sin dalla sua organizzazione iniziale. Noi non siamo una ditta di raccolta e smaltimento rifiuti, i nostri servizi includono, ad esempio, anche la formazione e la sensibilizzazione dei fruitori e dello staff che lavora all'evento e la realizzazione di pacchetti ed itinerari turistici con “Viaggiare con Ecofesta Puglia”.
Sappiamo benissimo, poi, che le Pro Loco nel resto d’Italia sono impegnate da tempo in azioni finalizzate alla riduzione dei rifiuti durante tutte le fasi di una sagra, ma come è facile appurare, non è mai avvenuto per le Pro Loco della Regione Puglia o della Provincia di Lecce dal 2006 ad oggi se non con il supporto della nostra certificazione.
Infine, l’Unpli sostiene che non si abbia l’intenzione di creare un marchio “ecosagra”. Allora bisognerà che ci spieghino perché i regolamenti dei comuni che hanno già recepito le direttive del 2012 in materia emanate dalla Provincia di Lecce si chiamano “Regolamento comunale per la disciplina delle sagre e delle feste paesane per la concessione del Marchio “ecosagre e/o ecofeste” nonché del patrocinio e dei contributi” con tanto di logo della Provincia e dell’Unpli in testa?
Linkiamo qui quello di Castro dove si parla esplicitamente dei “requisiti per la concessione del marchio Ecosagra”: http://www.comune.castro.le.it/documenti/regolamenti/regolamento_sagre.pdf.
Noi continuiamo a sentirci amareggiati e presi in giro.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner