Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 05:34

Tragedia di via Taranto, le reazioni della politica

Tragedia di via Taranto, le reazioni della politica

Lecce - Il ritrovamento dei corpi senza vita dei due senzatetto Dino e Veronica ha suscitato reazioni dal mondo della politica e delle istituzioni .

Per Adriana Poli Bortone, "Il fatto che le amministrazioni pur una serie di motivi e anche per le difficoltà finanziarie in cui versano in questi ultimi tempi non riescono a dare risposte per tempo ai cittadini indigenti e bisognosi di un tetto, porta alla tragedia di Veronica e Riccardo. Povera gente che evidentemente non aveva intorno nessuno perché la scomparsa non aveva suscitato l’interesse di alcuno. Drammi della solitudine e della povertà di cui un welfare che si rispetti deve assolutamente farsi carico".

Teresa Bellanova, ha dichiarato: "Il dramma che si è consumato oggi a Lecce con la morte delle due persone senzatetto, è una tragedia che scuote gli animi e deve interrogarci tutti profondamente . Già lo scorso giugno, con una interrogazione alla presidenza del consiglio avevo posto il problema dell’emergenza abitativa. Un’emergenza allarmante se si guardano gli ultimi dati pubblicati da autorevoli istituti. Siamo in presenza di migliaia di famiglie che a causa della fortissima crisi che ha investito il nostro Paese, oggi, si trovano a vivere una situazione di estrema difficoltà sociale ed economica. Un situazione di difficoltà che nel Mezzogiorno d’Italia si acuisce, tanto da creare situazioni sociali allarmanti".

Il presidente del Gruppo regionale Udc, Salvatore Negro, ha espresso rammarico e cordoglio per la morte di due persone a seguito del crollo del pavimento di un’abitazione in Via Taranto a Lecce. “Una morte che ferisce una città intera e che deve aprire una riflessione profonda nella politica e nelle Istituzioni sulla possibilità di assicurare una abitazione dignitosa anche alle fasce della popolazione più deboli, che aumentano a causa del perdurare della crisi economica”, ha sottolineato il capogruppo Udc. “Le nuove norme sull’edilizia popolare che la Regione Puglia sta per emanare, non saranno sufficienti se non verranno supportate da idonei finanziamenti per sostenere la realizzazione dell’edilizia sociale, rendendo con ciò accessibili le abitazioni anche agli indigenti. Gli IACP di Puglia, commissariati da oltre 10 anni, sono ancora regolati da una legge datata di quasi 30 anni che non dota gli Istituti degli strumenti che l’attualità richiede. Sull’argomento poi, da tempo, abbiamo invitato il governo regionale e nazionale a tenere come riferimento i risultati raggiunti con il piano decennale per la casa, approvato dal legislatore nazionale nel 1978, legge n. 457/78, che all’epoca ha dato risultati soddisfacenti e che andrebbe riproposto. Per tali ragioni – ha concluso il presidente Negro – auspichiamo che si voglia aprire presto, a tutti i livelli, un nuovo e più proficuo dibattito sull’edilizia sociale per assicurare in tempi brevi programmi finanziari che consentano alle nascenti agenzie regionali per la casa, in sinergia con il privato, di poter realizzare alloggi anche alle persone meno abbienti, ed evitare così il perpetrarsi di tragedie come quella accaduta a Lecce”.


“Sono personalmente sconvolto per la tragica fine di Veronica Piggini e Riccardo Martina, i due senzatetto trovati morti in una abitazione fatiscente di via Taranto. Non è il momento delle accuse né tantomeno è il caso di utilizzare un episodio così tragico per una polemica politica. Credo però urgente, come comunità salentina e come istituzioni, al di là delle scelte dei singoli che naturalmente vanno rispettate, comprendere le esatte dimensioni di un fenomeno che tende ad allargarsi sempre di più, e che spesso non trova interlocuzioni reali nelle istituzioni territoriali. Un fenomeno su cui peraltro oggi richiama la nostra attenzione anche la Banda d’Italia, sottolineando come la povertà pseudo assoluta nel nostro Paese sia drammaticamente in aumento”.

Così Salvatore Capone, parlamentare pd del Salento, subito dopo aver appreso, la tragica scoperta dei corpi dei due senzatetto.

“So bene”, prosegue Capone, “anche per la mia passata esperienza amministrativa, come sia difficile far fronte alle antiche e nuove povertà. Non possiamo però far finta di non vedere quello che accade nelle nostre città, ogni giorno e ogni notte. Anche se volessimo ignorarlo, ce lo ricordano i cartoni lasciati per terra che spesso incontriamo in alcune zone o in alcune piazze, o nelle Stazioni ferroviarie, e fare finta di niente diventa impossibile. Proprio nei giorni scorsi, alla Camera, abbiamo approvato la Mozione contro la povertà con cui impegniamo il Governo ad azioni positive per contrastare una vera e propria emergenza sociale. Naturalmente sono consapevole dell’enormità del fenomeno, ed è per questo che bisogna essere capaci di fare rete per impedirlo o contrastarlo, o comunque fare sentire meno disperatamente sole le persone.
Oggi celebriamo il Giorno della Memoria, e questo episodio drammatico ci costringe quasi a un corto circuito del pensiero: passato il primo momento di sgomento, chi si ricorderà di Veronica Piggini e Riccardo Martina? Eppure, è proprio questo il nostro compito e la nostra responsabilità.
Impedire che una tragedia simile possa nuovamente ripetersi. Essere meno ciechi e meno disattenti.
Capire che anche nella città più bella, se può accadere questo, forse è necessario fare qualcosa di più. E questo di più riguarda e coinvolge tutti noi”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner