Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 20 ottobre 2017 - Ore 01:29

L'editoriale: Depardieu come portavoce dei cittadini leccesi

L'editoriale: Depardieu come portavoce dei cittadini leccesi

Lecce - E' passata più di una settimana da quando a Lecce è scoppiato il caso Depardieu, i giorni diventano venti se si considera la data dell'avvenuta denuncia dell'attore francese presso il comando dei Carabinieri di Santa Rosa. Eppure lo strascico di questo curioso episodio è ancora presente sui giornali locali prendendo grande spazio ogni giorno. In quel centro storico in cui vive "Obelix" vivono altre centinaia di persone che da anni si lamentano dei rumori della movida, eppure la vita notturna a Lecce non è scoppiata negli ultimi venti giorni, ma fortunatamente è un fenomeno  in crescita da anni.

Da quando alcune vie del centro storico si sono ravvivate, grazie all'apertura di locali, ci sono molti cittadini leccesi che vivono, votano e sopratutto pagano le tasse in questa città che spesso non vengono ascoltati dagli amministratori comunali che sembrano ignorare questo tipo di richieste.

Chissà perché da quando ha alzato la voce Depardieu si è alzato il polverone. Probabilmente perché agli amministratori di questa città piace stare sui giornali ed avere risalto nazionale e perché no, magari anche qualche prima pagina, in fede al motto: "nel bene o nel male l'importante è che se ne parli".

E' di oggi addirittura la notizia che l'assessore Guido del Comune di Lecce abbia presentato un nuovo regolamento alla compagna dell'attore, Clementine Igou, in merito alla diffusione della musica da parte dei locali durante le ore notturne. Non solo l'assessore, anche il primo cittadino Paolo Perrone nei giorni scorsi ha cercato di abbassare i toni della polemica direttamente con l'altra protagonista di questa vicenda.

Personalmente chi vi scrive ritiene che sia eccessiva l'attenzione da parte dell'amministrazione comunale e della stampa locale in merito a questa vicenda. La movida a Lecce esiste e rappresenta una delle ricchezze di questa città, questo movimento, alle volte chiassoso, di giovani ragazzi universitari e non, da la possibilità a molte attività di sopravvivere durante questo momento di crisi. Sicuramente sarebbe il caso di regolamentare al meglio questo fenomeno, che nel corso dell'estate quando ai residenti si sommano i turisti, raggiunge dimensioni inimmaginabili fino a qualche anno fa, ma che oggi rappresenta anche uno dei motivi per cui in molti scelgono Lecce come meta per le loro vacanze.

Non capisco però perchè inchinarsi, anzi pronarsi, dinnanzi a questo personaggio per convincerlo a non abbandonare la nostra città, perchè tutte queste riverenze nei suoi confronti? Non pagherà tasse superiori agli altri residenti in quella via, è uno come tanti,dal punto di vista contributivo, ne la sua casa sarà meta di pellegrinaggio da qui a cent'anni. Quindi perchè ostinarsi a trattenerlo? Quale valore in più da alla nostra città? Non sarebbe meglio muoversi anche quando parla il Sig. Rossi, anche se questo però non ci porta sulle prime pagine dei giornali?

A questo punto però sorge spontanea una riflessione: in città ci sono molti altri problemi, a partire dalla viabilità, passando per lo stato di degrado delle marine, senza dimenticare il filobus o gli alloggi popolari. 

Perché non “assumere” Depardieu come portavoce dei cittadini visto che il suo lustro e la sua immagine attira tanto l’attenzione degli amministratori di Palazzo Carafa. Chissà se magari l’attore si ricorda la sceneggiatura di Asterix e Obelix e dopo essere stato al cinema difensore della penisola Armorica non possa diventare moderno paladino del Salento contro l’immobilismo della politica locale.

Matteo Bottazzo


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner