Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 01:33

MRS dice No alle Trivelle nello Ionio, "Nuovo spettro nel Salento"

MRS dice No alle Trivelle nello Ionio, "Nuovo spettro nel Salento"

Porto Cesareo - Il Movimento Regione Salento ha promosso un incontro informativo a Porto Cesareo per dire No alle estrazioni petrolifere.

Si è svolto presso l’Hotel Falli di Porto Cesareo un incontro organizzato dal Coordinatore cittadino del Movimento Regione Salento-Mir di Porto Cesareo Francesco Zecca contro l’ipotesi di installare delle trivelle per l’estrazione del petrolio nel mar Ionio.
Durante la presentazione delle ragioni che dovrebbero portare il Salento a dire un forte “No alle trivellazioni in terra e mare” hanno preso la parola il sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano, il coordinatore provinciale MRS-MIR l’avv. Paolo Maci, il Presidente del Movimento Regione Salento e vice presidente nazionale del Mir Paolo Pagliaro e il Presidente di Legambiente Porto Cesareo Luigi Massimiliano Aquaro.

Il coordinatore cittadino Francesco Zecca ha illustrato nel dettaglio quelli che sarebbero i danni all'ecosistema marino nelle varie fasi dell'estrazione del petrolio, già a partire dalla sola ispezione dei fondali, che avviene con esplosioni violentissime di aria compressa: "Morte sicura per i pesci e per i delfini e flora marina distrutta". Zecca ha utilizzato il materiale fornitogli dal presidente del comitato NoTriv Basilicata Felice Santarcangelo. Tra i rischi illustrati c'è anche quello di incidenti, di esplosione dei pozzi.

"Le trivelle nello Ionio sarebbero l'ennesimo spettro nel Salento" -ha detto il coordinatore provinciale del MRS-MIR, l’avv. Paolo Maci. Uno spettro contro il quale si è schierato, nettamente, anche il sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano che, dopo aver incontrato il colosso petrolifero Shell, ha semplicemente detto "No" alla multinazionale.

“Le trivelle rappresentano un grosso problema per il nostro territorio –ha sottolineato Pagliaro - Portano solo effetti devastanti ai fondali marini, alla flora, alla fauna. E tutto questo per benefici pari a zero. Quella delle trivellazioni è l'ennesima emergenza che sta per scoppiare nel Salento ".
E il Movimento Regione Salento non resta di certo a guardare. Con fermezza e convinzione scende in campo ed è pronto ad alzare le barricate e a sensibilizzare la cittadinanza. Tutti insieme, uniti, per dire: “NO TRIV!”


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner