Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 22:44

Perrone risponde alla richiesta della Poli: test anti droga anche ai parlamentari

Perrone risponde alla richiesta della Poli: test anti droga anche ai parlamentari

Lecce - Il Sindaco Perrone, in seguito alle polemiche derivate dall'operazione Augusta e, soprattutto, dalle parole della senatrice Adriana Poli Bortone, la quale aveva invitato gli amministratori a fare il test antidroga, risponde così: " Sono il sindaco di questa città e per questo sono impegnato ogni giorno a risolvere i problemi dei miei cittadini. Sembra paradossale, invece, che il dibattito politico sia incentrato esclusivamente sulle polemiche legate alla presunta assunzione di cocaina da parte di amministratori comunali, come se d’improvviso, quasi per magia, i problemi della città si fossero evaporati, dissolti con una bacchetta magica degna del miglior Harry Potter. Purtroppo, ahimé, non è così. I problemi ci sono. E non sono pochi. E’ sufficiente dare un’occhiata alle pesanti, in tutti i sensi, eredità lasciate dal passato. Fardelli che pesano come macigni ma che grazie all’impegno di questa Amministrazione stiamo cercando di rendere più “leggeri” per evitare che ricadano sulle tasche dei cittadini. E’ il caso, per esempio, della vicenda giudiziaria di via Brenta per la quale stiamo definendo in questi giorni  il nuovo contratto e sulla quale aspettiamo ora risposte dai magistrati sulle ipotesi di truffa e corruzione a danno dei cittadini leccesi. O anche per l’aggrovigliata questione del filobus cittadino pronto a tagliare il traguardo a fine mese. Vicende che conosce bene (e di cui parla poco, però) Adriana Poli Bortone per aver ricoperto il ruolo di sindaco nella precedente Amministrazione. Vicende che tende a sottrarre all’opinione pubblica innescando cortine fumogene come questa legata alle polemiche sui test anti-droga.

La senatrice può dormire sonni tranquilli. Ho già provveduto a fare quello che aveva chiesto. E ora, per evitare illazioni, alimentare dubbi e sospetti su chicchessia e sgomberare il campo da equivoci e strumentalizzazioni di sorta, invito tutti - esponenti di maggioranza e di opposizione - a sottoporsi non soltanto al test delle urine ma pure a quello tricologico (cioè sul capello). Il messaggio va soprattutto a coloro i quali sono stati pronti ad indossare la pelle dello sciacallo in questa delicata questione.

Immagino che la senatrice, sempre attenta a vicende di grande interesse per la comunità, intenda allargare la sua battaglia sui test anti-droga obbligatori per i politici, anche a livello nazionale, estendendola a tutti i parlamentari, a partire da quelli che rappresentano i meridionali.

Detto questo, per me la questione è chiusa. Preferisco tornare ad affrontare i problemi della città".

Con questa dichiarazione il primo cittadino leccese estende, quindi, l'invito di Adriana Poli Bortone anche ai parlamentari, a cominciare da quelli che rappresentano il Sud.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner