Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 22:47

Lecce2019: grande soddisfazione per la decisione della Commissione

Lecce2019: grande soddisfazione per la decisione della Commissione

Lecce - Lecce (insieme a Cagliari, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena) è una delle 6 città scelte dalla giuria europea presieduta da Steve Green per diventare Capitale Europea delle Cultura 2019.

Grande soddisfazione è stata espressa dal mondo della politica e delle istituzioni:

Il presidente della provincia Antonio Gabellone ha dichiarato: "Vittoria! Il sogno meritatamente continua! L’eccezionale lavoro prodotto dall’Amministrazione Comunale di Lecce, dal geniale staff di Airan Berg e per la parte che ci ha riguardato anche da noi della Provincia di Lecce va avanti, ottiene il meritato premio, prosegue questa fantastica corsa verso la candidatura di Lecce a capitale della cultura europea 2019. Abbiamo superato uno scoglio che per tanti rappresentava un risultato impensabile. Tutto il lavoro di questo fantastico gruppo servirà a costruire e rendere ancora più attraente la Lecce del futuro, dai progetti di valorizzazione del paesaggio a una rete urbanistica riprogrammata a misura di vera e propria capitale d’arte e cultura. Siamo pronti e entusiasti all’idea di tuffarci nel prossimo obiettivo, una nuova selezione a cui guardare con grande ottimismo: Lecce non ha nulla di meno delle altre concorrenti. Continuiamo, tutti insieme, senza distinguo politici, a credere in questo risultato che sarebbe storico".


Anche il Rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara si è espresso sulla preselezione di Lecce tra le candidature a Capitale europea della cultura:

"Questo risultato premia l’impegno di tutti e riconosce il valore della città e della sua cittadinanza tutta. Come Università del Salento, il primo pensiero va ai nostri studenti che hanno attivamente collaborato a questa iniziativa fornendo un importante contributo di idee, sempre con grande freschezza ed energia.
Il nostro lavoro in questo progetto è in linea con la cosiddetta terza “missione” dell’Università, e cioè quella di un’istituzione che collabora allo sviluppo socio-economico e culturale del territorio in cui opera quotidianamente.
Un grazie va naturalmente ai nostri ricercatori e docenti, delle più varie discipline, che in modo trasversale hanno cooperato con taglio scientifico alla conoscenza del territorio, affiancando il direttore artistico Airan Berg e tutto lo staff di Lecce2019: una dimostrazione di come la ricerca, pura e applicata, possa fornire strumenti per la definizione di politiche e azioni culturali che rispondono alle esigenze della comunità. Infine, un ringraziamento alla professoressa Francesca Imperiale che, oltre a fornire il suo apporto come ricercatrice, è stata anche referente tecnico dell’Università".


“Non possiamo che esprimere soddisfazione per la decisione della Commissione di valutazione incaricata dal Mibac che ha ritenuto Lecce meritevole di proseguire nel lavoro sul progetto di Capitale europea della cultura 2019”.
Teresa Bellanova e Salvatore Capone, parlamentare pd per la Puglia, hanno seguito con attenzione, in tutti questi mesi, il lavoro della Città e del territorio sul Dossier di candidatura. E proprio due giorni fa, all’indomani dell’audizione, avevano augurato alle città di Lecce e Brindisi “e ancor di più ai territori protagonisti del Dossier presentato alla Commissione, di entrare a far parte della lista delle città ammesse al secondo step”.

“Siamo convinti”, proseguono ancora i due parlamentari, “che l’ammissione alla seconda fase, dove sono state selezionate realtà importanti, da Cagliari a Matera, da Perugia-Assisi a Ravenna a Siena, potrà innescare pratiche di lavoro e progettazione, oltre che di confronto, innovative e di qualità, tali da mobilitare le migliori energie del nostro territorio, esaltando esperienze territoriali che si sono già dimostrate degne di attenzione e riconoscimenti internazionali. Ancora una volta, sarà importante ritrovarsi insieme, al di là delle appartenenze politiche, intorno a un obiettivo così impegnativo e importante, che potrà divenire una straordinaria occasione di crescita”.

Il vice presidente vicario del gruppo Pdl Erio Congedo ha commentato con entusiasmo la scelta della candidatura di Lecce tra le 6 che si contenderanno la nomina di Capitale europea della Cultura 2019 da parte della giuria costituita presso il Ministero dei Beni Culturali.
"Aver superato questo primo durissimo step - sottolinea - è una soddisfazione enorme. La giuria evidentemente ha riconosciuto il lavoro che è stato fatto e le potenzialità di Lecce e del territorio. Comincia adesso una fase nuova, con responsabilità più grandi e importanti. E’ chiaro che è giunto il momento della Regione Puglia, che se fino a oggi ha tenuto un atteggiamento pilatesco, è chiamata ora a fare la sua parte fino in fondo, con tutti gli strumenti a sua disposizione. Anzi, colga l’opportunità di questa sfida e di questa affascinante battaglia, che – appunto - le città pugliesi candidate sinora hanno combattuto ciascuna in modo piuttosto isolato".


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "POLITICA"
31 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Decine di occhi indiscreti per monitorare, controllare, sorvegliare. Per guardare senza essere visti. A qualsiasi ora, in qualunque posto. In centro,...

04 Aprile 2017 - Lecce

Lecce - L’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, scrive ai dirigenti TAP e alla ditta affidataria del lavori per richiedere...

31 Marzo 2017 - Lecce

Lecce - La discarica per rifiuti speciali in località Masseria Parachianca non si farà. La parola fine viene posta definitivamente questa...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner